cerca

final furlong

Il forum internazionale che accende i riflettori sul futuro dell'ippica

Pisa, rubati cavalli da corsa: uno è discendente di Varenne

Un grandissimo successo quello del Forum Internazionale intitolato “La filiera ippica mondiale a confronto: quali sinergie per affrontare il futuro”, organizzato da Final Furlong nell'ambito della 121° edizione di Fieracavalli Verona. Un banco di confronto per i principali attori internazionali del mondo ippico su temi di grande interesse per il rilancio della filiera. Un'iniziativa che, nonostante il background tecnico, ha richiamato una grande partecipazione di pubblico a dimostrazione della passione che gli italiani hanno verso l'ippica.

Sono stati tre i macro-argomenti trattati durante il Forum. La prima parte ha preso in considerazione la visione sul futuro del settore ippico dove il confronto è avvenuto sulle possibili soluzioni gestionali e strategiche da adottare per la situazione italiana, prendendo spunto dalle modalità messe in atto dagli altri paesi, al fine di creare un complesso di regole e linee guida per dotare trotto e galoppo di capacità per fronteggiare i mutamenti della società e massimizzare l'alto potenziale economico del settore. Il confronto è andato avanti focalizzandosi poi sull'importanza dei valori etici e sportivi su cui deve essere fondato tutto il movimento ippico ed equestre basato sul protagonista cavallo che deve essere tutelato e valorizzato. L'ippica deve focalizzare l’attenzione sul cavallo per potersi raccontare in maniera nuova, attirare pubblico e creare appassionati, con un occhio anche all'allevamento italiano. Infine, sono stati presentati i modelli internazionali e le capacità di marketing territoriale degli altri Paesi al fine di creare una nuova chiave di lettura per le corse italiane. Al termine del Forum è stato firmato tra Russia, Romania, Malta, Francia, Inghilterra, Svezia, America e Italia, un protocollo d'intesa per un Osservatorio Internazionale che avrà il compito di monitorare costantemente per i prossimi quattro anni il lavoro sui nuovi sistemi ippici per verificarne la continuità, lo sviluppo e la qualità. Questo osservatorio, vantando protagonisti con situazioni economico sociali differenti creerà un confronto mondiale sui temi più importanti e necessari per un reale e importante cambiamento del comparto come comunicazione, formazione, scommesse, tutela e benessere del cavallo, turismo e marketing territoriale. Una mappa per ricondurre il pubblico all'ippodromo e al cavallo!

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro