Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beverly Hills e i Prodigy cancellano gli anni '90

La scomparsa di Luke Perry e Keith Flint chiude un'epoca

Carlo Antini
Carlo Antini

Testo e musica le mie coordinate. Nato a Foggia e romano d'adozione. La laurea in Scienze della Comunicazione e la passione per il giornalismo mi portano nella redazione de "Il Tempo". Come critico musicale collaboro con “Container" su Radio Italia Anni '60.

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

Anni '90 addio. In un attimo se ne sono andati Luke Perry e Keith Flint. Come dire due icone del decennio che ha visto giovani molti di noi. Perry bello e dannato nel ruolo del Dylan "sciupafemmine" di Beverly Hills 90210. Bramato da stuoli di ragazzine e invidiato da altrettanti maschi in cerca di gloria. Flint volto spiritato e testimonial provocatore dei nuovi suoni che si facevano largo in casa Prodigy. L'esperimento che mescolava elettronica e punk, urla e musica da discoteca. Luke Perry e Keith Flint erano protagonisti di un mondo in cui i "telefilm" (all'epoca si chiamavano così) si guardavano solo a quell'ora senza "on demand" e la musica non si ascoltava sui cellulari (?) ma si comprava nei negozi di dischi (che lusso). Senza nostalgia ma con la consapevolezza che Luke Perry e Keith Flint hanno salutato un'epoca che non c'è più. Inesorabilmente. E con la loro grinta ci spingono a nuove sfide. Magari postandole pure sui social...

Dai blog