Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La canzone sovranista entra in Parlamento

Il leghista Morelli promuove la musica italiana nelle radio

Carlo Antini
Carlo Antini

Testi e musica le mie ascisse e ordinate

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

In Francia è una realtà da ben 25 anni. Le radio transalpine devono trasmettere almeno il 40 per cento di canzoni in lingua francese. Oggi tutto questo potrebbe finalmente sbarcare anche in Italia attraverso la proposta di legge firmata dal leghista Alessandro Morelli, presidente della commissione Trasporti e telecomunicazioni della Camera dei deputati e direttore di Radio Padania fino all'anno scorso. Nel testo si chiede che "le emittenti radiofoniche nazionali e private debbano riservare almeno un terzo della loro programmazione giornaliera alla produzione musicale italiana, opera di autori e di artisti italiani e incisa e prodotta in Italia". Insomma le nuove radio "sovraniste" dovranno trasmettere una canzone italiana su tre. Un occhio di riguardo è previsto anche per gli artisti emergenti che potranno contare sul 10% degli spazi riservati complessivamente alla musica italiana.  Non si sa se l'iniziativa gioverà effettivamente alla qualità delle canzoni ma certamente sosterrà la produzione dei nostri musicisti spesso soffocati dalle corazzate d'oltreoceano.    

Dai blog