Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Con Springsteen nasce l'era del bootleg ufficiale

Carlo Antini
Carlo Antini

Testo e musica le mie coordinate. Nato a Foggia e romano d'adozione. La laurea in Scienze della Comunicazione e la passione per il giornalismo mi portano nella redazione de "Il Tempo". Come critico musicale collaboro con “Container" su Radio Italia Anni '60.

Vai al blog
Bruce Springsteen sul palco durante un concerto del 2012 Foto: Bruce Springsteen sul palco durante un concerto del 2012
  • a
  • a
  • a

Chi l'ha detto che i bootleg sono registrazioni abusive di concerti vendute illegalmente e che non entrano a far parte della discografia ufficiale? Bruce Springsteen ribalta questa logica e da tempo sta rispolverando vecchie registrazioni inedite dei suoi live migliori mettendole in vendita sul suo sito ufficiale. Lo fa una volta al mese con appuntamenti fissi che i fan attendono con ansia. L'ultimo live è stato pubblicato on line proprio in queste ore e si riferisce al concerto tenuto a Houston l'8 dicembre 1978 quando il Boss era accompagnato sul palco dalla E Street Band. 26 brani che fotografano la fine del tour “Darkness on the edge of town”. In scaletta una "Prove it all night" di 11 minuti con assolo di chitarra e canzoni che sarebbero poi finite su "The river" ("Indipendence day" e "The ties that bind") o veri e propri inediti per l'epoca come "The fever". A onor del vero, il video del concerto di Houston era stato già pubblicato qualche anno fa in un cofanetto celebrativo ma mai la sua versione solo audio. I proventi delle vendite verranno devoluti al “MusiCares Hurricane Relief Fund” in favore delle vittime dei recenti uragani in Texas e Florida. Nel frattempo il Boss ha fatto partire un'asta di beneficenza sui biglietti per la prima del suo nuovo show in scena a Broadway dal 12 ottobre. La base d'asta è 21 mila euro. Mica bruscolini ma si sa che i suoi live difficilmente deludono.

Dai blog