cerca

violenza

Weinstein condannato, nessuno stupore

Caso Weinstein, Tarantino sapeva. Coinvolta un'altra attrice italiana

Harvey Weinstein

Pochissimi giorni fa, un tribunale americano ha sentenziato che il produttore Weinstein è colpevole di violenza e di stupro, quindi rischia fino a 25 anni di carcere. Ho letto, in qualche commento, stupore per la prevista condanna. 

Per approfondire leggi anche: Trump: una bella vittoria per le donne

Non sono d’accordo, nel senso che, chi, ripetutamente, stando alle cronache, ha stuprato o abusato anche di giovani attrici, con il ricatto «O così o non ti do la parte», merita una condanna esemplare. Utile per il medesimo, ma ancor di più per quanti, trovandosi in analoghe situazioni, forse ci rifletteranno. Ho sempre pensato che lo stupro debba essere combattuto con pene severissime e chi ne è colpevole deve rimanere a lungo dietro le sbarre.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro