Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cresce l'utilizzo della scatola nera nelle auto degli italiani

  • a
  • a
  • a

Oggi sentiamo spesso parlare di scatola nera, un dispositivo sempre più apprezzato dagli automobilisti che consente, tra le varie cose, di ottenere prezzi migliori per quel che riguarda l'RC auto. Si tratta, infatti, di un apparecchio che permette ciò grazie ai dati che vengono letti e trasmessi alla compagnia assicurativa. Dunque, se si guida con prudenza e si installa la black box, è possibile ottenere prezzi più bassi e mantenere così la propria classe di merito. 


Scatola nera e RC auto: le definizioni
La scatola nera non è altro che un registratore di dati che monitora e salva costantemente i parametri telematici dell'automobile su cui è installata. Questo dispositivo è in grado di capire come si guida, quali sono le velocità medie, i tempi di frenata e tutti gli altri parametri utili a valutare lo stile di guida di un automobilista. 
Funziona attraverso una serie di sensori, o il GPS, e come abbiamo già spiegato la sua installazione dà la possibilità di ottenere delle facilitazioni quando si stipula un’assicurazione auto, anche online.
Lo scopo della scatola nera è piuttosto semplice da intuire: quando si verifica un sinistro, il dispositivo permette di valutare a chi appartiene la colpa, incrociando una serie di parametri come la velocità di crociera, la posizione del veicolo e la forza dell'urto. Inoltre, nel caso dovesse verificarsi un incidente, la scatola registrerà anche la data e l'ora esatta del sinistro.
In breve, l'installazione di una scatola nera permette di avere una valutazione più obiettiva di un incidente, facilitando così il lavoro delle compagnie di assicurazione e riducendo i costi per tutte le parti chiamate in causa. Infine, per RC auto si fa riferimento alla polizza che copre l'automobilista in caso di danni causati a terzi.


Caratteristiche, funzionamento e dati della scatola nera
Registrando costantemente i dati relativi alla velocità, alla posizione e alla direzione dell'auto, tramite sensori e GPS, la scatola nera, in caso di incidente, permette di ricostruire gli eventi che hanno portato al sinistro. La maggior parte delle scatole nere è installata nella parte anteriore dell'auto, vicino al cruscotto. Di solito si trovano sul lato del passeggero, in modo da avere meno probabilità di essere danneggiate in caso di urto violento.
I dati captati dalla scatola nera vengono memorizzati su una scheda di memoria. Questa scheda può essere rimossa e inserita in un computer per poter analizzare i dati, ma è anche in grado di trasmetterli in tempo reale a una centralina remota. In alcuni casi, i dati della scatola nera possono essere scaricati direttamente dal computer di bordo dell'auto tramite un cavo speciale.
Grazie alla diffusione sempre maggiore della scatola nera, l'IVASS ha registrato un calo medio dei prezzi delle polizze auto pari al -3,8% su scala nazionale. Il dato in questione indica che, in Italia, gli automobilisti risparmiano circa 14 euro annui grazie alla scatola nera, anche se in alcune province il risparmio è molto più ampio. Per fare un esempio concreto, a Napoli il calo corrisponde al -11%.


Perché non si può fare a meno della scatola nera?
La scatola nera, oltre a essere utile in caso di incidente, è utile per risparmiare sulla spesa per la polizza RC. Non a caso, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti riconosce la sua utilità e stabilisce che chi la installa può avere una riduzione del costo dell’RC auto. Inoltre, la presenza della scatola nera funge anche da deterrente per chi adotta uno stile di guida scorretto. Molti automobilisti, infatti, la installano, tra le varie cose, per capire come migliorare la propria guida.
Sembra anche che scatola nera riduca il consumo di carburante. Questo perché consente di adottare uno stile di guida meno aggressivo, evitando così le frenate brusche. Grazie ai dati trasmessi dalla scatola nera, inoltre, si possono ridurre drasticamente le tempistiche delle indagini necessarie per capire a chi appartiene la responsabilità di un sinistro, così da risolvere le questioni legali con maggiore rapidità (e con costi inferiori).
Infine, ogni compagnia assicurativa prevede una serie di sconti, in base a parametri come la pericolosità della zona, lo stile di guida prudente, il chilometraggio annuo e molto altro ancora.


L’auto è ancora il mezzo di trasporto più usato dagli italiani
L'automobile risulta ancora oggi il mezzo di trasporto più utilizzato dagli italiani. Stando alle indagini ufficiali, infatti, in seguito alla pandemia, i cittadini italiani tendono a evitare i mezzi pubblici, per scongiurare il rischio di contagio. L'automobile è un mezzo di trasporto che permette di mantenere le distanze sociali e, soprattutto, limita o annulla del tutto gli eventuali contatti accidentali con gli sconosciuti. Purtroppo, però, a un maggiore uso dell'auto corrisponde anche un aumento degli incidenti stradali, ed ecco che si torna a ribadire l’importanza della scatola nera per diminuire questa statistica e per stabilire con obiettività a chi appartiene la colpa. In conclusione, la scatola nera è uno strumento molto utile, soprattutto se si considera che il prezzo di installazione è relativamente basso. I vantaggi sono chiari, e la diffusione di questo dispositivo testimonia la fiducia riposta dagli italiani.

Dai blog