cerca

Giappone, più tumori dopo l’incidente nucleare

In aumento i casi di cancro alla tiroide tra la popolazione residente nelle zone colpite dal disastro. Replica della Fukushima Medical University: presto per collegare le malattie all’incidente

Giappone, più tumori dopo l’incidente nucleare

GIAPPONE-C_WEB

Aumentano i tumori alla tiroide tra i residenti delle zone colpite dal disastro della centrale nucleare di Fukushima, in Giappone.

A buttare acqua sul fuoco ci hanno pensato, però, sono gli esperti della Fukushima Medical University, secondo i quali sarebbe «troppo presto per collegare i casi di tumore al disastro nucleare». A riprova della tesi i medici giapponesi citano l'incidente di Chernobyl del 1986 «che ha dimostrato che ci vogliono almeno quattro o cinque anni prima che si possa diagnosticare un cancro alla tiroide».

Le autorità giapponesi stanno monitorando le condizioni di salute circa 174.000 giovani che vivono nell’area a stretto contatto con l’impianto nucleare.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro