cerca

violenza senza fine

Anche a Pisa scontri tra centri sociali e polizia. Nel mirino il comizio di Salvini

Il bilancio è di sette manifestanti fermati e due feriti

Anche a Pisa scontri tra centri sociali e polizia. Nel mirino il comizio di Salvini

È di 7 manifestanti fermati e 2 feriti il bilancio degli scontri che si sono verificati a Pisa, in occasione di un comizio del leader della Lega Nord Matteo Salvini, tra antagonisti e forze dell’ordine. Salvini era in centro per un incontro elettorale. Come accaduto poche ore prima a Livorno, c’è stato un ritrovo di antagonisti e centri sociali.

Un corteo per contestare Salvini che è partito da Logge di Banchi, vicino all’Arno, per dirigersi proprio nella zona della manifestazione elettorale. Slogan e fumogeni lungo il percorso, poi al termine di corso Italia i momenti di tensione con la polizia. Sono state lanciate bottiglie e sassi. C’è stata una carica di alleggerimento della polizia. Molte persone che stavano passando da corso Italia, luogo dello shopping a Pisa, si sono rifugiate nei negozi e molte le saracinesche che si sono abbassate.

Dopo la fine del comizio di Salvini, il corteo degli antagonisti ha proseguito sfilando sui lungarni dove ci sono stati altri momenti di tensione fino a quando i manifestanti si sono fermati su Ponte di Mezzo dove hanno improvvisato un comizio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro