cerca

Dalla strage di Ustica a Dalla Chiesa. Carminati e i suoi ricordi da criminale

Nelle intercettazuini gli aneddoti raccontati dall'ex Nar

Dalla strage di Ustica a Dalla Chiesa. Carminati e i suoi ricordi da criminale

1901S__WEB

Le rapine e le armi, il generale Dalla Chiesa e la strage di Ustica, le auto e le moto acquistate grazie alle «stecche». Gli aneddoti narrati da Massimo Carminati riguardano un passato che lega la storia criminale della Capitale agli anni di piombo: «Io facevo politica, poi la politica ha smesso di essere politica ed è diventata criminalità politica - ricorda "Er Cecato" - c’era una guerra a bassa intensità prima con la sinistra e poi con lo Stato».

 

 

«SCHIOPPAVO10 BANCHE AL MESE»

Nel febbraio scorso, non sapendo di essere intercettati, Carminati parla con Fabio Gaudenzi. Ricordano le prime rapine compiute. Quel giorno c’era anche Riccardo Brugia: «Il massimo è stato il Bol d’or...alla prima rapina subito il Bol d’or - afferma l’uomo riferendosi alla storica moto - E il Cicorione: “Aho non cominciate, non ve fate niente per favore”. Io e il Bitti: “che?” come m’ha data la stecca semo andati...se semo comprati il Jaguar 4.2». Erano ragazzi desiderosi di entrare in un mondo che avevano solo sognato: «Io non gliela facevo più con tutti sti ricchi che se compravano la moto». Anche Carminati interviene, parlando di un certo Alessandro: «Lui si compra il 320 allora io mi compro il 323». La storia criminale di Brugia sarebbe iniziata per invidia: «Io ’na volta ho visto arrivà Carminati e Bracci su un 323 - spiega Brugia - guardai er Bitti con l’Honda: “Stanno ingranati questi dell’Eur” e da li abbiamo fatto un macello(...)Bitti ha detto: “Che aspettamo oh...ma non lo vedi come stanno...una favola” e da li abbiamo fatto un macello». Del resto, come afferma Carminati in un’altra intercettazione: «Io schioppavo 10 banche al mese. Ho storto (ho stupito ndr) subito Alessandro - afferma Carminati - il giorno dopo la (rapina alla ndr) Chase Manhattan Bank. C’aveva una baracca, gli ho detto: “annamose a comprà il 323”...ancora me lo ricordo...11 milioni...calcola pigliavamo stecche da 50-60 milioni, pensa quanto guadagnavamo rispetto adesso...ti facevi una macchina che adesso varrà 40-50.000 euro(...)con 50 milioni m'ero comprato casa...la prima casa che mi sono comprato».

 

 

«ANDAVO A SCUOLA CON LA PISTOLA»

Anche nel maggio del 2010 Carminati, parlando con Matteo “Lo sciacallo” Costacurta, aveva narrato il suo passato: «Eravamo piccoli eh...stamo a parlà de diciott'anni, mo li vedi i pischelli di diciott'anni...co' a biretta 'n mano...so creature(…)compà a me mi hanno bruciato casa due volte..a viale Marconi...vivevi con l’estintore..t’aspettavano..erano altri tempi..adesso non si può più..a quattordici anni avevo la pistola. Una 7,65 ventimila lire la pagai...ma mia mamma non mi diceva un cazzo(...) Ci andavo a scuola con la pistola..col vespone...erano altri tempi».

 

 

LA POLITICA, USTICA E LA POLIZIA

Carminati e Costacurta parlano anche della strage di Ustica, delle forze dell’ordine e degli anni di piombo: «Non puoi fare la guerra allo stato - afferma Er Cecato - loro mettono 4 gruppi da 50 uomini, che c’annavano addosso a noi mica erano....Te dovevi sparà!(…)ai tempi non c’avevamo il capo della squadra mobile di Roma, che ancora non era Digos era Improta(...)questi hanno messo in ginocchio le Br(...)anche i carabinieri venivano mandati...la prima sezione a quei tempi non c’era il Ros, la prima sezione del reparto operativo, erano quelli di Dalla Chiesa(...)quelli t’entravano dentro le casa, t’ammazzavano e poi ti buttavano nelle discariche, c’era la guerra insomma(...) c’avevamo paura...perché c’è stato un momento che...cioè loro hanno nascosto Ustica perché se poi fosse uscito che Ustica...perché era una...degli americani...sarebbe stata guerra civile...cioè c’erano le Br...avrebbero avuto che ne so...quanti erano mille? operativi? Sarebbero diventati 3 mila...perché dalle fabbriche...la loro base loro ce l’avevano, reclutavano, cioè se fosse uscito che Ustica era un errore o degli americani o dei francesi...poi d’abbatte Gheddafi...se fosse uscita questa cosa qui a quei tempi gliel'hanno accollata subito all'estrema destra..ma noi non c'eravamo».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro