cerca

E ci cascano come pere

La sirena di Renzi
è una trappola per M5s

Via Conte e tutti i ministri grillini

Renzi e Zingaretti

Al posto dell’attuale governo un esecutivo tecnico fino all’autunno 2020

È uscito allo scoperto l’ex segretario del Pd Matteo Renzi provando a intonare il canto della sirena per il M5s. Ma più che allettante la sua proposta per mettere in scacco Matteo Salvini per i grillini sembra il flauto del pifferaio di Hamelin che li porterebbe al suicidio sicuro. Quale è la proposta Renzi (che sfida Nicola Zingaretti, pronto invece al voto subito)? Detta in pratica: via Giuseppe Conte, via Luigi Di Maio, via Danilo Toninelli e tutti i ministri stellati. Poi si vota un governo istituzionale che altro non sarebbe che un governo tecnico che dissinescherebbe le clausole Iva e ovviamente non realizzerebbe una sola delle proposte del M5s. Sola concessione in cambio: il Pd e forse altri voterebbero il taglio dei parlamentari. Ma Renzi dice già che su quel tema dovrebbero esprimersi gli italiani, e quindi annuncia di fatto che saranno i Pd stessi a chiedere il referendum confermativo. Così il governo tecnico resterebbe sicuramente in carica fino alla estate 2020, e a quel punto saremmo a ferragosto nella stessa condizione di oggi, e quasi di sicuro si tirerebbe alla primavera 2021. Certo con questo piano si taglierebbero le gambe ora a Salvini. Ma una scelta simile gli metterebbe ancora di più le ali nel consenso popolare. E al M5s converrebbe? Contrariamente a quel che dice Beppe Grillo, non passerebbe alcuna riforma o provvedimento del loro programma (salvo alle condizioni dette il taglio dei parlamentari), e schiacciati dal governo tecnico perderebbero consenso a rotta di collo. Senza contare che dire di sì a Renzi potrebbe farlo perdere pure senza ottenere nulla, perché sfiduciato il governo Conte non sarebbe Renzi a salire al Colle per le consultazioni, ma Zingaretti che invece ha stretto un patto con Salvini per il voto subito. Quindi su questa strada il M5s si impiccherebbe forse per un piatto di lenticchie. Io credo che invece a loro - non ai singoli leader di ora che forse non verrebbero ricandidati - convenga di più andare ad elezioni. Salvini ha rotto in un momento inspiegabile, e avrà danni elettorali da questa scelta. Il M5s facendo la campagna contro di lui e accusandolo di avere fatto saltare il taglio dei parlamentari riguadagnerebbe parecchi punti. Ma se preferisce suicidarsi con Renzi... 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro