cerca

SANITÀ

La regione Lazio abolisce il ticket su tac, risonanze e visite specialistiche

Sanità Più di un anno di attesa Ecco gli esami impossibili negli ospedali del Lazio

Dal primo gennaio dell’anno prossimo il Lazio abolirà il ticket regionale. Ad annunciarlo in conferenza stampa il governatore Nicola Zingaretti: "È già stato firmato un protocollo con Cgil, Cisl e Uil perché è stata una delle richieste che in questi tre anni di lavoro i sindacati hanno messo sul tavolo come priorità" e rimarcando "la giornata di oggi è dedicata alla giustizia sociale, segna uno spartiacque". Per essere chiari, ed evitare fraintendimenti, va spiegato che il decreto firmato oggi da Zingaretti abolisce il contributo regionale aggiuntivo al ticket nazionale che venne introdotto nel 2008, epoca Marrazzo, a motivo del disavanzo della sanità della regione. Vale a dire 15 euro per risonanza e tac, 4 euro per la prestazione specialistica ambulatoriale e 5 euro per la fisiokinesiterapia. Costi che si andavano ad aggiungere alla quota di compartecipazione prevista da norme nazionali. "Una manovra che, secondo i calcoli - ha aggiunto il governatore del Lazio - porterà ad un risparmio di 20 milioni di euro per i cittadini".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni