cerca

PRIVACY A RISCHIO

Attenti alle vostre chat di WhatsApp, possono essere intercettate

Nel 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi cellulari

Whatsapp

Le conversazioni su WhatsApp, l'applicazione di messaggeria di proprietà di Facebook, non sono al sicuro. I messaggi scambiati sulla piattaforma possono essere intercettati. A rivelare il bug al Guardian è Tobias Boelter, ricercatore dell'Università di Berkeley, in California. L'esperto di sicurezza informatica ha scovato una backdoor, una "porta sul retro", che permette di decriptare i contenuti inviati con l'app di messaggistica. WhatsApp utilizza una crittografia "end-to-end", proprio come Telegram e Signal, l'applicazione consigliata da Edward Snowden. Quel tipo di crittografia consiste in una protezione dei messaggi con una chiave in possesso solo del mittente e del destinatario. Una chiave univoca, differente per ogni messaggio inviato, che solo i due smartphone possono decifrare. A differenza di Telegram e Signal, che sarebbero - per ora - inviolabili, WhatsApp ha invece una falla che sarebbe stata inserita proprio dagli stessi programmatori. "Se dovesse arrivare a WhatsApp una richiesta da parte di un'agenzia governativa di rivelare i messaggi, potrebbe effettivamente farlo", ha spiegato Boelter. Come? Modificando la chiave univoca dei singoli messaggi inviati: la backdoor permette infatti di modificare le chiavi univoche, intercettando i messaggi che non sono stati ancora consegnati. Insomma, se due persone si stanno scambiando i messaggi e sono entrambe online non sarebbe possibile intercettarli. Il rischio è per i messaggi che restano in sospeso, in attesa di consegna, quando ad esempio lo smartphone del destinatario è spento o non prende.

Boelter ha raccontato al Guardian di aver segnalato a Facebook la presenza della backdoor, nell'aprile del 2016. La risposta dello staff di Marc Zuckerberg è stata: siamo a conoscenza della questione e si tratta di una funzione prevista dal sistema. Il Guardian ha verificato che la "porta sul retro" esiste ancora. Steffen Tor Jensen, capo della sicurezza informatica e sorveglianza digitale alla European-Bahraini Organisation for Human Rights, ha verificato la veridicità delle informazioni di Boelter. " WhatsApp può effettivamente continuare a cambiare le chiavi di sicurezza quando i device sono offline e inviare nuovamente il messaggio, senza che utenti si accorgano di nulla, è una piattaforma estremamente insicura". "Oltre un miliardo di persone usano WhatsApp perchè è semplice, veloce e sicuro. Abbiamo sempre creduto che le conversazioni delle persone debbano essere sicure e private. Lo scorso anno, abbiamo fornito a tutti i nostri utenti un miglior livello di sicurezza, facendo in modo che messaggi, foto, video, file e chiamate fossero criptati in automatico con la tecnologia end-to-end", ha dichiarato al Guardian un portavoce di WhatsApp.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Maturità, Fedez: Cosa avresti scelto? "Non so, non l'ho fatta"

 Décolleté e micro-bikini Cristina Buccino sirena hot a Formentera
Il topless super sexy di Brittny Ward, la fidanzata del pilota Jenson Button
Nonnino di 80 anni in contromano in autostrada nel Genovese