cerca

sanità da incubo

Liste infinite: tac e risonanze non si prenotano più

Nessuna struttura del Lazio garantisce più i tempi

Lazio, malati bistrattati e stangati

Quando non sono urgenti, la Regione li definisce esami «differibili», eppure questa settimana sono, al contrario, non prenotabili in tutto il Lazio: si tratta delle Tac al bacino e delle risonanze magnetiche per prostata e vescica. Per queste due prestazioni, infatti, c’è un «indice dello 0,0%» di possibilità rispetto al limite massimo dei tempi d’attesa previsto dalla legge (60 giorni), secondo il monitoraggio effettuato dalla stessa Regione. La quale indica col bollino rosso altri 7 esami diagnostici (Tac addome, risonanza cervello, ecografia capo e collo, ecocolordoppler cardiaca ed ecografia addome) le cui «prenotazioni entro lo standard sono minori del 50% sul totale delle prenotazioni per il periodo selezionato». La maglia nera tra le 16 aziende sanitarie ed ospedaliere laziali va alla più grande, l’Asl Roma...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro