cerca

«A Milano negli uffici pubblici andavo con l'assegno in bocca»

Lo ha raccontato lo stesso Berlusconi intervenendo al Forum della Pubblica Amministrazione. «Dovevo fare lunghe file per seguire una pratica - ha raccontato - e poi passare da un ufficio all'altro con l'assegno in bocca, perchè così si usava nella pubblica amministrazione. È stato così - ha concluso Berlusconi - che ho smesso di costruire a Milano». Immediatamente si scatenano le opposizioni. Per Dalla Chiesa (Margherita): «Ha dato un'altra picconata a Craxi». Violante (Ds): ««Dopo aver detto che Tangentopoli era una invenzione della magistratura politicizzata, ora dichiara che egli stesso si presentava agli uffici delle amministrazioni comunali con l'assegno in bocca. Ammette le corruzioni».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro