cerca

lavoro

Turismo: selezionati 20 aspiranti imprenditori dell'hospitality in Sardegna

Da Italianway e Portale Sardegna

Cagliari, 8 nov. (Labitalia) - Sono già venti gli aspiranti imprenditori del turismo selezionati a solo un mese dal lancio del progetto portato avanti congiuntamente dalla start up prop-tech del settore hospitality Italianway e dall’Ota quotata in borsa e sarda al 100% Portale Sardegna, per fare dell’Isola le nuove Canarie d’Europa, aprendola ai viaggiatori affluent, ovvero con capacità di spesa medio alta, soprattutto del Nord Europa, da ospitare in case sarde facendo vivere loro vere esperienze local.

Oltre 100 le candidature arrivate finora, nell’ambito delle quali sono stati selezionati i primi venti property manager, imprenditori dell’accoglienza diffusa che, supportati da Italianway, sono pronti a specializzarsi nella ricettività extra alberghiera, diventando anche Sardinia Local Expert proponendo ai viaggiatori esperienze autentiche (enogastronomia ma anche cultura e tradizioni). E c’è spazio ancora per altre 10 figure: per entrare a far parte del progetto partner, occorre candidarsi scrivendo ad academy@italianway.house.

“Siamo molto soddisfatti della nostra campagna di reclutamento - fa sapere l’ad di Italianway, Marco Celani - e di come il territorio abbia risposto con entusiasmo, e siamo pronti a formare manager del turismo di qualità, iniziando il 14 novembre a Cagliari con la prima giornata di Academy. Al tempo stesso, oggi diamo il via alla seconda fase della nostra campagna".

"A bordo - sottolinea - c’è spazio per altri 10 imprenditori del turismo: persone che abbiano già esperienza nel cosiddetto extra alberghiero, consapevoli che sia un upgrade professionale da non lasciarsi scappare l’entrare a far parte del progetto di sistema che ha consentito ad Italianway di diventare in soli quattro anni il primo operatore su Milano e di lanciare a gennaio 2019 il primo franchising italiano del vacation rental”.

Si tratta di 20 candidati, di cui 10 donne tra i 28 e i 53 anni (età media 36 anni) e 10 uomini tra i 25 anni e i 63 (età media 40 anni). Si dividono equamente tra quanti hanno già all’attivo esperienze nel campo del turismo e quanti invece puntano su questa opportunità professionale per 'fare restart' rispetto alla propria vita professionale. Diversi già gestiscono immobili con finalità turistica; tutti hanno espresso grande entusiasmo per un progetto che consentirà loro, grazie all’approccio multi canale di Italianway, di diventare ambasciatori della propria terra in una parte del mondo in cui la Sardegna non è ancora così conosciuta.

Queste le località principali su cui gli imprenditori del turismo saranno rapidamente operativi dal punto di vista della ricettività extra alberghiera grazie al supporto di Italianway, coniugando al property management il proporre ai viaggiatori esperienze selezionate tra le eccellenze dell’Isola, con il coinvolgimento di una rete di aziende locali e quindi con evidenti ricadute economiche sul territorio: Alghero, Bosa, Castelsardo, Oristano e provincia, San Teodoro, Dorgali, Olbia, Nuoro, Villasimius, Mamoiada e Tortolì.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro