cerca

SALVINI "CON LA DROGA NON SONO GARANTISTA"

SALVINI "CON LA DROGA NON SONO GARANTISTA"

ROMA (ITALPRESS) - "Con la droga non sono garantista, la droga e' morte. Se questo ragazzo non e' uno spacciatore avra' tutte le mie scuse". Lo afferma il segretario della Lega, Matteo Salvini, ospite di Agora' su Rai3, tornando sull'episodio della citofonata di martedi' scorso all'abitazione di una famiglia di Bologna, accusata senza prove dal leader leghista di promuovere lo spaccio di droga nel quartiere. Salvini insiste e difende il suo gesto: "Dove ci sono ragazzi e mamme che combattono contro lo spaccio per me e' un dovere esserci". Il leader della Lega poi conferma le sue accuse, anche se resta sul vago. "Esatto... e' esattamente come dice lei. Non solo dai residenti, commercianti, dalle mamme, dalle nonne, dai ragazzi ma dal quartiere, mettiamola cosi'", risponde alla domanda di Serena Bortone se avesse altre informazioni, oltre alla segnalazione di una donna, sul presunto spaccio di droga nella casa alla quale ha citofonato martedi'. (ITALPRESS). tan/sat/red 24-Gen-20 10:03

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro