cerca

L'asse Lega-M5S

In barba al Sistema

In barba al Sistema

Vada come vada – col governo, se mai ci sarà – c’è una notazione da fare. Vada che vada bene – e che il giallo dei Cinque Stelle vada a fondersi col Verde della Lega – l’elettore di centrodestra, soprattutto berlusconiano, e figurarsi poi quello di Giorgia Meloni, non avrà problemi a identificarsi con Matteo Salvini.

Anzi, tutto il vorrei ma non posso dei moderati, tutto quel non sapersi spingere a favore di ruspa, con un governo a trazione leghista, avrebbe facile esito. Salutando sia il Cavaliere, sia Meloni.

Non sarebbe stato così, al contrario. Se si fosse realizzato il sogno di Silvio Berlusconi, e cioè un’alleanza con l’altro Matteo, ovvero Renzi, l’elettore di centrodestra – berlusconiano, leghista, post-missino – se ne sarebbe ritratto.

In tema di valori, soprattutto. Ogni madre di famiglia, in un’Italia smart – tutta di precariato e di emmaboninismo – se ne sarebbe scappata come da un incubo post-sinistrorso: ricchi di diritti civili, scarsi di garanzie sociali.

Vada come vada, l’elettorato, ha capito cosa è successo in questi sessanta giorni di attesa. Ed è che leghisti e cinquestelle più che scarsi a non fare presto, sono stati bravi – malgrado tutto – a farla in barba al sistema. Vada come vada.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni