cerca

emergenza coronavirus

Il giallo del tampone della Marini prima del Gf. La Lucarelli non ci crede, telefonata di fuoco

Valeriona avrebbe detto di essersi fatta "testare" prima di entrare nella casa per verificare se aveva il Coronavirus. Ma le date non coincidono...

Il giallo del tampone della Marini prima del Gf. La Lucarelli non ci crede, telefonata di fuoco

Giallo Coronavirus al GFVip 4. Valeria Marini ha mentito quando ha detto ai coinquilini di aver fatto il tampone per il Covid-19 prima di entrare nella casa più spiata d’Italia? E stasera, durante la diciottesima puntata del reality show di Canale 5, Alfonso Signorini farà chiarezza sulla diva del Bagaglino e anche su Sossio Aruta entrato in gioco insieme alla showgirl il 24 febbraio?

Se lo chiede Selvaggia Lucarelli che su “TPI” ha ricostruito la vicenda scoprendo che le date non tornano e che non ci sono prove del test.

Valeria Marini e Sossio Aruta sono entrati nella casa del GFVip il 24 febbraio, cioè tre giorni dopo del paziente 1 di Codogno in Lombardia. Il 15 marzo ha accusato i sintomi del Covid-19: tosse, spossatezza e febbricola. Ha recuperato in un paio di giorni e ha dato merito alle sue vitamine americane.

A seguire si è sentito male anche Antonio Zequila, ristabilitosi velocemente. I concorrenti tra il serio e il faceto hanno chiesto a Valeria Marini se avesse portato il Coronavirus e la soubrette ha detto testualmente: “State tranquilli, ho fatto il tampone prima di entrare. Era negativo”.

E’ apparso subito inverosimile che la Marini avesse eseguito il tampone perché a fine febbraio l’Italia era ancora in incubazione e si sapeva solo del paziente 1 di Codogno e di una coppia di cinesi a Roma, ma le è stato concesso il beneficio del dubbio perché inventarsi una bugia simile sarebbe stato molto grave. Fino a oggi quando Selvaggia Lucarelli, responsabile degli spettacoli del sito “TPI”, ha sollevato il caso delle date che non tornano chiamando Valeria Marini e ricevendo risposte vaghe e confuse.

Davanti all’insistenza sulla possibilità di vedere il risultato la Marini le ha attaccato il telefono in faccia. La ricostruzione su “TPI”: “La storia ha inizio dentro la casa del Grande Fratello. Il 24 febbraio, 3 giorni dopo la scoperta del paziente 1 di Codogno e nel periodo più micidiale dell’incubazione del Coronavirus nel paese, Valeria Marini fa il suo ingresso nella casa del Grande Fratello. (…). In Italia, il 24 febbraio l’emergenza sta iniziando, ci sono 200 casi in tutto il paese. Difficile che qualcuno, soprattutto se già a Cinecittà in attesa di entrare nella casa del Gf, pensasse di fare un tampone per il Coronavirus. Dove, poi? E chi mai glielo avrebbe fatto, se quella persona stava bene? Fatto sta che Valeria il 24 entra e dopo alcuni giorni, intorno al 10 marzo, inizia ad avere la tosse, è stanca, spossata. Sta male anche Antonio Zequila, va a letto senza neppure cenare (…). Una settimana fa Valeria esce dalla casa. Un noto giornalista mi racconta di averla chiamata al telefono e lei stessa avrebbe smentito di aver mai fatto il tampone, dicendo di non stare ancora molto bene: “Ho chiesto se me lo fanno al Gemelli ma mi hanno detto che non ho sintomi così gravi. Ho ordinato una macchina che mi aiuti a respirare meglio a casa”, avrebbe raccontato”.

La Lucarelli chiama Valeria Marini e chiede:

“Ciao Valeria, ma tu il tampone lo hai fatto?”.

“Sai che ho comprato un ventilatore e l’ho mandato al San Raffaele?”.

“Ok, bene. Ma tu il tampone l’hai fatto?”.

“Sì prima di entrare al Gf ma tramite un mio amico dottore, non posso parlarne però, è una cosa privata”.

“Sì ma sei entrata il 24 febbraio e…”.

“Ma io l’ho fatto prima il 19 febbraio, di venerdì o sabato”. (il 19 febbraio era mercoledì ndr).

“Ma non c’era nessun caso di Coronavirus in Italia, il paziente 1 si è scoperto il 21 febbraio”.

“Ma cosa dici!”.

Eh, sì, non c’erano casi di italiani contagiati il 19, a parte i due cinesi di Wuhan a gennaio, come mai hai fatto il test?”.

“Ti stai confondendo con le date!”.

“No, non mi sto confondendo, il 20 in tarda serata il paziente 1 è stato ricoverato, il 19 non penso che si facessero tamponi a cittadini in salute”.

“L’ho fatto in privato ti ho detto, non posso dire da chi!”.

“Ma alla produzione del Grande fratello hai dato il risultato del tampone?”.

“Certo, le analisi e tutto quanto!”.

“Hai dato il risultato del tampone, sicura?”.

“No quello no”.

“Perché no?”.

“Perché no e no”.

“Allora mandalo a me così verifico che mi dici il vero”.

“Ora lo cerco e te lo mando”.

“È importante però”.

“Sì però tu dammi una mano nella raccolta fondi per il Coronavirus”.

“Volentieri, ma io prima però voglio sapere come ti sei comportata, se da cittadina responsabile. Perché se tu hai mentito a tutti i tuoi coinquilini sul tampone, e c’è gente che lì dentro è stata male, io non posso darti una mano”.

“Ancora? Ti sbagli con le date!”.

“No, avresti fatto prima tu il tampone del paziente 1, dubito”.

“Senti io il tampone l’ho fatto il 21, il 23 c’avevo poi uno spettacolo, come ti permetti di trattarmi così, l’ho fatto!”.

“Ora è diventato il 21? Prima hai detto il 19”.

“Ma come ti permetti, perché non ti dai da fare per aiutare l’Italia in questa situazione? Ora chiamo il medico e se me lo dà vedremo!”.

“Ok. Senti, perché hai raccontato al giornalista di aver chiesto al Gemelli di farti il tampone se lo avevo già fatto?".

“Ho chiesto adesso al Gemelli se me lo fanno per una mia questione di sicurezza, ma lo avevo fatto anche prima. Comunque non è mio dovere mandarti niente, impegnati ad aiutare!”.

Questa la chiacchierata intercorsa tra l’ex gieffina e la giornalista che chiosa: “Strano. Anzi, più che strano. E no, non credo che la Marini abbia mai fatto alcun tampone. Non è però detto, ovviamente, che abbia il Coronavirus e non è detto che lo avesse Zequila e neppure, se invece fosse vero che si è ammalata, che dentro la Casa lo abbia portato lei. Magari lei stessa l’ha preso lì dentro. Oppure fuori e ha avuto un paio di settimane di incubazione, con i sintomi più evidenti che si sono manifestati dopo il 10 marzo. Ma in qualunque caso, mentire, eventualmente, su un tampone eseguito è gravissimo. Lo sarebbe stato soprattutto per i suoi coinquilini e per la produzione. Qualunque sia la verità, si spera che nell’ultima settimana, da quando è uscita, Valeria Marini sia stata a casa. (…). Speriamo che abbia voglia di chiarire questa vicenda con delle prove. E che anche Mediaset e il Grande fratello chiariscano due cose: 1) se hanno chiesto i risultati di quel tampone, quando lei ha tranquillizzato coinquilini e produzione. 2) Se davvero lei, come mi ha detto, ha consegnato una serie di analisi che testimoniavano il suo stato di salute, prima di entrare”. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro