cerca

Gran finale

The 48 Hour Film Project 2019, ecco i giovani talenti del cinema

Si chiude la XIII edizione con il Premio del XV Municipio

The 48 Hour Film Project 2019, ecco i giovani talenti del cinema

Il 26 Novembre si è conclusa la XIII edizione del The 48 Hour Film Project Italia, la competizione organizzata dall’associazione Le Bestevem da oltre otto anni, che coinvolge 140 città in cinque continenti e vede la Capitale unica tappa italiana.

Nel corso della serata finale del contest che si è svolta all’Odeon Multiscreen, sono stati proiettati i 5 cortometraggi che hanno ottenuto i riconoscimenti più importanti ed assegnato il prestigioso Premio XV Municipio Roma Capitale, consegnato dall’Assessore al Commercio, Artigianato e Attività Produttive, Cultura e Turismo Alessia Vivaldi, al team Def_Ok per il cortometraggio “Ragù”: il premio permetterà alla squadra vincitrice di realizzare un cortometraggio a tematica ambientale per il XV Municipio.

Gli altri premi collaterali assegnati sono stati il Premio del Pubblico, il Premio Miglior utilizzo del genere, Miglior utilizzo della frase, Miglior utilizzo dell’oggetto, Miglior utilizzo del personaggio.    

Il calendario di questa edizione del The 48 Hour Film Project Italia ha visto anche tanti incontri gratuiti e aperti a tutti per appassionati e curiosi del settore che si sono svolti all’Odeon Multiscreen all’interno del XV Municipio di Roma tra il 16 ed il 24 Novembre: due weekend dedicati a proiezioni e Masterclass di regia e scrittura cinematografica condotte da Aldo Iuliano e Isabella Aguilar, professionisti del cinema italiano che hanno mosso i loro primi passi proprio con il 48HFP e grazie al quale hanno ottenuto riconoscimenti internazionali.

Il concorso è parte del programma di Contemporaneamente Roma 2019 ed è promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita Culturale. La competizione chiama a raccolta aspiranti filmmakers che si sono sfidati nel realizzare in sole 48 ore il loro cortometraggio secondo un genere sorteggiato da loro stessi e alcune linee guida svelate dalle organizzatrici nel corso del kick off: ogni anno, infatti, oltre al genere viene assegnato un personaggio, un oggetto di scena e una frase da inserire all’interno della sceneggiatura. L’edizione 2019 del 48HFP ha visto 68 squadre partecipanti con un totale di 47 cortometraggi in competizione, che sono stati proiettati al pubblico in una tre giorni che si è svolta all’interno degli spazi dell’Ex Caserma Guido Reni, dove il 2 novembre scorso si è tenuta anche la cerimonia di assegnazione dei principali premi del concorso. La squadra de Gli Anfausti con il loro mokumentary “Nel mare ci sono gli squali” ha conquistato il premio come Miglior Film, Miglior Sceneggiatura, Miglior Attore. Il loro cortometraggio concorrerà al Filmpalooza 2020, la finale mondiale in cui le 140 squadre del contest provenienti da tutto il mondo sono in competizione per avere l’opportunità di aggiudicarsi, oltre al gran premio finale, la possibilità di prendere parte al Festival di Cannes 2020 nella sezione Short Film Corner.

Il Beer Partner delle serate di premiazione della kermesse è stato BrewDog, l'iconico birrificio scozzese che ha fortemente contribuito alla Craft Beer Revolution europea.


I VINCITORI:

·     Premio XV Municipio Roma Capitale – team Def_Ok per “Ragù”

·     Premio del Pubblico – Ex aequo team Pepper per “Radio Terra” e team Def_Ok per “Ragù”

·     Miglior Utilizzo del Genere – team Macondo per “Dakota Dynamite”

·      Miglior Utilizzo della Frase – team Bcarbonato per “Gnothi Seautòn”

·      Miglior Utilizzo dell'Oggetto – team Vat Bin per “Маша и Медведь”

·      Miglior Utilizzo del Personaggio- team Komorebi per “Io speriamo che non me la cavo”


LA GIURIA DELL’EDIZIONE 2019

Il compito di scegliere i team vincitori è stato affidato ad una giuria d’eccezione, composta come sempre da professionisti ed esperti internazionali del settore, che in questa tredicesima edizione ha visto prendere parte: Luca Bigazzi, direttore della fotografia, vincitore di sette David di Donatello e primo italiano candidato al Primetime Emmy Awards (The Young Pope, This Must be the place, Romanzo Criminale); Nicola Guaglianone, sceneggiatore, (Lo chiamavano Jeeg Robot, Suburra, David di Donatello per Indivisibili); Teresa Font, montatrice, premio Goya per Días contados (Dolor y Gloria, Jamon, Jamon, Giovanna la pazza, El día de la Bestia); Stefano Maria Ortolani, scenografo (Gruppo di famiglia in un interno, Ocean’s 12, The Life Acquatic with Steve Zissou, The Pope); Luca Anzellotti, rumorista e sound designer (Gomorra, Santa Sangre, Suburra, La Meglio Gioventù, Romanzo Criminale); Pino Pellegrino, casting director, (Nastro d’argento nel 2014 per il film Allacciate le cinture di Ferzan Ozpetek); Stefania De Santis, casting director (Martin Eden, Vincere, Fai bei sogni); Ian Anderson, polistrumentista, compositore e leader del gruppo Jethro Tull; Massimo Gattabrusi, Hair Stylist e Make Up Artist, vincitore del premio Emmy Awards nel 2018 per L’assassinio di Gianni Versace (La prima cosa bella, Zoolander 2); Ursula Patzak, costumista, vincitrice di due David di Donatello e due Ciak d’Oro (Capri- Revolution nel 2018, Noi credevamo nel 2009, Il giovane Favoloso nel 2015).

L’ORGANIZZAZIONE

The 48 Hour Film Project Italia è organizzato da Le Bestevem, un’associazione culturale composta da sole donne, operanti nel settore artistico e audiovisivo, impegnate nella ricerca di nuovi modelli di ideazione, produzione e distribuzione audiovisiva. Oltre ad essere le referenti e organizzatrici italiane del concorso The 48 Hour Film Project Italia, Le Bestevem, curano la comunicazione (online e offline), la promozione e l’organizzazione di eventi in ambito artistico, nonché la produzione di opere audiovisive di vario genere.

I PARTNERS

The 48 Hour Film Project Italia è realizzato con il contributo e il patrocinio della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo - Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. L’iniziativa è parte del programma di: Videocittà il Festival della Visione, ideato da Francesco Rutelli, Presidente dell'ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali) diretto da Francesco Dobrovich, e di Contemporaneamente Roma 2019, promosso da Roma Capitale-Assessorato alla Crescita Culturale e realizzato in collaborazione con SIAE. Con il patrocinio di: Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia; Ambasciata di Spagna; XV Municipio di Roma Capitale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro