cerca

crisi da temptation

Pago ko, la fidanzata gli fa vedere i sorci verdi

Faccia a faccia imbarazzante tra il cantautore e la fidanzata

Pago ko, la fidanzata gli fa vedere i sorci verdi

Lacrime di coccodrillo per Serena Enardu, Delia Duran e Silvia Tirado, le fidanzate di Temptation Island Vip 2, il docu-reality condotto da Alessia Marcuzzi. La quinta puntata lascia tutti col fiato sospeso: interrotto a metà il più sincero falò di confronto di questi anni, quello tra Serena e Pago: “Si possono amare anche le me**e”.

Temptation Island Vip: Serena e quell’imbarazzante “E io Pago!”
Serena Enardu e il single Alessandro, imbullonato alla 43enne cagliaritana peggio di un paracarro, stanno facendo vedere i sorci sardi a Pacifico Settembre. Alex Belli e Gabriele Pippo gli consigliano di chiedere il falò, ma quello: “No deve fare la figura di m***a fino in fondo”. Preferisce bere tutto l’amaro calice e vedere la fidanzata “fare la fidanzata con Alessandro” ovvero il manzo pagato da Maria De Filippi per indurla in tentazione e liberarla da ogni inibizione. Serena, tra pianti di coccodrillo e sbaciucchiamenti, si crogiola nelle parole di Alessandro: “E’ sempre come la prima volta”. E te credo! Sono 20 giorni di vacanze di lusso pagate da altri, mica 7 anni come con quel mirto appassito di Pago! Dopo avergli dato del fallito e del mantenuto, Serena sbaglia pure il nome: “Ale… cioè Pago è un artista, non ti dà la sensazione di equilibrio, ma nella vita ci sono anche tanti doveri. Ha un’attrazione fisica maggiore della mia”. In poche parole… “E IO PAGO”.

Il cantautore non ci sta: “Si comporta da sfigata e flirta con un’altra persona. Doveva avere un comportamento più serio. Siamo stati a letto insieme il giorno prima, mi diceva ti amo”. E’ arrabbiato, ma innamorato: non chiede il faccia a faccia, sberla a sberla, per paura che la storia finisca. A sua volta, la Enardu confessa ad Alessia Marcuzzi di essere consapevole che il fidanzato possa essere infastidito dai suoi atteggiamenti: “Se non ho video vuol dire che lui non sta bene e questo mi fa male. Forse ci è rimasto male, forse sta soffrendo”. FORSE. I sensi di colpa la divorano viva e la piccola Enardu punta i piedi perfino con il tentatore: “Daiii, daaaiii, come vuoi che stia uno che vede la fidanzata comportarsi così? Mi sento una me**a”. La stessa frase pronunciata da Cecilia Rodriguez quando lasciò Monte per Moser. Visto che ormai la corda si è spezzata, Serena parte a razzo per il weekend da sogno, mentre il tontolone Pago resta a levare le barbe all’ibiscus del villaggio.

A notte fonda il tentatore entra nella camera della Enardu con la scusa del dentifricio: “si lava i denti” per 20 minuti. Ovviamente la sadica produzione chiama il cantante nel pinnettu e gli mostra tutto. Pago guarda, si gratta i capelli come un cane con le pulci, si abbandona malinconico sulla stuoia e assume la posizione fetale, un uomo morto, una candela spenta : “Oh, ma non doveva essere un ca**o di riassunto questo?”.

Finalmente arriva il momento del falò di confronto: lei tronfia scende dalla collinetta, lui la infilza con lo sguardo come se stesse infilando spilloni su una bambolina woodoo. “Come si fa a fare una roba del genere sapendo che il tuo fidanzato sta di là e sta male? Perché ti sei comportata così?” dice Pago e la Enardu adotta la strategia del rigirare la frittata: “Secondo te? Te lo sei chiesto perché faccio così? Eh? Cosa c’entra il mio comportamento?”. In pratica: fatti una domanda e datti una risposta e speriamo che io me la cavo. Il fidanzato è lucido: “Ma vuoi dare la colpa a me?! Dopo 10 minuti ti sei fatta la storia con un ca**o di toy boy che non sai nemmeno chi è. Ma te lo devo dire io o me lo devi dire tu che non ti amo più?”.

L’infuocato faccia a faccia diventa imbarazzante e a tratti umiliante: in sei anni è stato più coinquilino lui di Eva Grimaldi con Gabriel Garko. Serena gli rinfaccia di tutto, gli dà del debosciato violento senza arte né parte, uno “che ha sogni artistici irrealizzabili e pensa di scrivere uno spettacolo a 45 anni, mentre io devo pagare il mutuo e faccio anche lavori umili! Devo fare tutto io, devo pensare a tutto io, volevo un uomo! Qui sei falso, fai quello che si comporta bene, spacchi le porte solo a casa mia”. Manca solo la tavoletta del cesso sempre alzata. Pago avrà pure velleità artistiche, ma lei ce l’ha da influencer con le social-vendite di intrugli dall’improbabile codice sconto. Pago ammette certe colpe: “Ma questo non ti giustifica. Mi chiami e mi dici ciccio è finita. Non sei una donna onesta. Il tuo tatuaggio libertà significa me ne fotto di tutto e di tutti”.

Si vola quando la Enardu con arroganza dice: “Perché stavi con me se sono una me**a?”. E lui: “Perché è possibile amare anche le me**e”. Sintesi: quest’amore si è infranto sullo scoglio delle difficoltà economiche e sulla fissazione di Pacifico Settembre di sco**re anziché spicciare casa. Altro che due cuori e una capanna.

Il Belli di Temptation Island Vip
Alex Belli è convinto di essere il bello delle donne che sa quello che le donne vogliono che è lui e il suo bell’erotismo. Ma il primo video di Delia è un tir in piena faccia. L’arzilla fidanzata ha scambiato il single Riccardo per un’enciclopedia addominalata (“può insegnarmi tante cose nuove”) e il tentatore - ribattezzato Aquaman per il fisico e i capelli che se lo sa Jason Mamoa lo infilza sul tridente e lo abbrustolisce peggio di un gamberone - le regala un non-vestito, le fa un ritratto che Banksy è un pivello e la butta in mare tette di marmo al vento. “Tranquillo, questo è un classico” sono le parole di consolazione dell’esperto Pago ad Alex. Tuttavia nemmeno il montaggio e la drammatica musica in crescendo rendono credibili l’atto unico, scena terza di Belli e Delia. L’attore improvvisa una fuga: più che i 100 metri piani, i 2 metri lenti. “Delia, Delia. Non mi rompete i co***oni” urla mentre la sicurezza lo blocca agevolmente. Alex, stravolto dalla fatica, si arrende subito: “Scusa Alessia, scusa, è più forte di me… io vado e porto via la mia donna…”.  Si risiede sul ceppo di tronchi, guarda un secondo filmato e lo interrompe: “Io sono abituato che una cosa la prendo, non la lascio lì, la prendo ed è mia. Sono un geloso possessivo”. Il Re Leone torna al villaggio,  si confida con la single Veronica e la mattina successiva chiede di riguardare l’RVM: manca solo il cartello “Attenzione caduta corna”. Il tentatore chiede a Delia: “Sei passionale?”, “Beh sono sudamericana, vedi un po’ te.. sono molto coccolona… mi piace fare la gattina… dobbiamo stare attenti…”. A casa Lory Del Santo sta prendendo appunti per il nuovo copione di The Lady. Il filmato si chiude con i due che guardano l’alba. Tra un lampo, un tuono e una sputazzatina dal cielo. Alex scuote il suo animo e il ciuffo decolorato: “Basta, adesso devo prendere due giorni solo per me” ovvero “weekend con scappatella”.

Silvia, Gabriele e una vita di cliché a Temptation Island Vip
Delia e Silvia, nel ruolo di frizzanti e impetuose fidanzate, non fanno un cervello in due, al massimo due borse di Vuitton. Silvia Tirado, compagna di Gabriele Pippo, è la donna dai cliché arcaici: “Ho sempre avuto uomini bellocci, ma con lui avevo messo da parte l’aspetto fisico, l’uomo deve essere curato in tutto, lui non lo è”. Durante il gioco “obbligo o verità”, Silvia dà un bacio a stampo al single Valerio e dopo 10 minuti fa sclera di brutto: “Ma perché ca**o l’ho fatto? Non volevo! Colpa del mio carattere accondiscendente, dico sempre di sì. Gli altri sono stati irrispettosi, se dico no, è no! Str**i, sono stata una cogliona di me**a, una fidanzata non lo fa”. Crisi di coscienza? Mea culpa? Macché. La spiegazione è un’altra: “Se è uno che ti piace non dovresti farlo, se ti fa schifo si può fare. Lui lo conosco da 7-8 giorni, non mi è indifferente, mi piace fisicamente, non dovevo farlo”. Gabriele Pippo nota giustamente che Valerio non dovrebbe piacerle, che quella frase peggiora e non migliora la precaria situazione della sua fidanzata. Senza contare che da settimane lo descrive come uno senza inventiva, sciatto e volgare amante del verso del cinghiale e del twerking. Al falò con la Marcuzzi, Gabriele è furioso: “Stimo di più le ragazze del villaggio che la mia fidanzata! I nostri genitori si conoscono (lei è imparentata con il comico Martufello, nda), sta facendo una brutta figura”. Ma non aveva ancora visto la clip sfornata calda, calda da Alessia. Silvia si è ripresa dal melodramma del bacio a stampo ed è ritornata a fare la civetta con Valerio: “Usciamo stasera? Dopo ieri non mi sembra il caso. Allora domattina in barca. Sì bravo”. E l’ultimo neurone è corso via a piedi nudi sulla sabbia. Gabriele Pippo alza bandiera bianca: “Una donna così non è da augurare a nessuno, si deve vergognare. Mi ha spezzato il cuore. Un sentimento c’è, ma non la perdonerò mai”. La ciliegina sulla torta la mette Silvia, ego cosmico e superficiale come una velina, labbra a salame. All’ultimo falò prima del confronto, recita il de profundis al fidanzato: “ERA un uomo intelligente, NON ERA così, è di madrelingua inglese, è un imprenditore, ha studiato economia, per questo è intelligente. Mi dispiace che non valorizza certi suoi aspetti. Era più interessante e affascinante quando mi ha detto che era innamorato di me. Da questi video capisco che non siamo fatti per stare insieme, l’ho soffocato, l’ho represso, con me non può essere felice”. Silvia sogna una vita top, a 5 stelle e da protocollo reale. Peccato che sia la prima a perdere la corona: “Sai Valerio, le ragazze del villaggio sono vuote, non hanno savoir-faire. Io lo so che ti piaccio, tu l’ammetti che ti piaccio! Anche Gabriele è sempre stato innamorato di me” conclude Bella Hadid, ah no… Silvia.

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro