cerca

rivoluzione all'ariston

A Sanremo tutti contro tutti. Dal 2019 stop alla divisione tra big e giovani

Baglioni consentirà alle nuove proposte di vincere il Festival

Claudio Baglioni conduttore del Festival di Sanremo

Claudio Baglioni

Il Festival che non c'era. Per il suo bis da direttore artistico sul palco dell'Ariston, Baglioni tira fuori dal cilindro una rivoluzione che definiremmo epocale. Dall'edizione 2019, infatti, non ci sarà più nessuna distinzione tra big e giovani. Le nuove proposte migliori, infatti, potranno gareggiare direttamente con i colleghi più "famosi" fino a poter vincere il nuovo Festival a categoria unica. 

Tutto questo avverrà attraverso un contest che non c’era. E che avrà luogo in diretta tv a dicembre, nella settimana prima di Natale. Una settimana su Rai1 completamente dedicata al festival «Sanremo Giovani». Sarà un grande concorso nel quale 24 artisti «under 36» si sfideranno per conquistare la vittoria e aggiudicarsi, infine, i due posti per partecipare al Festival di Sanremo 2019, e poterlo, quindi, vincere. Poterlo vincere, perché nel Festival di febbraio non ci saranno più «big» né «nuove proposte» ma solo interpreti che concorreranno alla pari affinché la loro canzone possa conseguire la palma di vincitrice dell’edizione numero 69.

«Sanremo Giovani» si articolerà in due prime serate e quattro pre-serali, che andranno in onda, a dicembre, su Rai 1 e, in contemporanea, su Radio 2, in differita, su Rai 4 e, in replica, di nuovo su Rai 1. Una rivoluzionaria evoluzione fortemente voluta dal direttore artistico Claudio Baglioni di intesa con il direttore generale Mario Orfeo e con la direzione di Rai 1 che consentirà alla rete ammiraglia di amplificare il suo impegno in favore della scoperta di giovani talenti della musica italiana, dedicando loro un’intera settimana nel palinsesto della rete, dal 17 al 21 dicembre. Le due finali saranno precedute da 4 puntate di 45 minuti ciascuna attraverso cui i finalisti potranno far conoscere le loro canzoni e le loro storie.

In ogni serata finale - il 20 e il 21 dicembre - sarà decretato un vincitore e questi due campioni potranno coronare il sogno di competere direttamente a febbraio insieme con i Big al 69mo Festival della Canzone Italiana che avrà così un’unica categoria di gara. «Grazie a questa importante innovazione - dichiara il direttore di Rai1 Angelo Teodoli - "Sanremo Giovani" diventa un grande evento a sé stante che si svilupperà in una gara avvincente e avrà per protagonisti 24 giovani artisti impegnati in due prime serate finali, subito prima della feste natalizie. Questo è un segnale preciso di quanto Rai 1 voglia investire nella musica italiana e nei suoi nuovi talenti offrendo loro uno spazio maggiore e di alta qualità e, in questo caso, ai primi due classificati, un’opportunità unica».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni