Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Altro che nemico. Internet salva le rockstar dal coronavirus

Carlo Antini
Carlo Antini

Testo e musica le mie coordinate. Nato a Foggia e romano d'adozione. La laurea in Scienze della Comunicazione e la passione per il giornalismo mi portano nella redazione de "Il Tempo". Come critico musicale collaboro con “Container" su Radio Italia Anni '60.

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

In questi giorni di quarantena da coronavirus stiamo assistendo al proliferarsi di concerti in diretta streaming sui social. Gianna Nannini e Gigi D'Alessio. E ancora Modà, Emma, Noemi, Francesco Renga, Tosca, Piero Pelù, Zucchero, Alex Britti e Ermal Meta hanno partecipato o parteciperanno all'iniziativa #iosuonodacasa. Live ripresi direttamente nei salotti o nelle sale-prova casalinghe delle maggiori popstar nostrane.  Per approfondire leggi anche: L'appello di Francesca Michielin Viva la faccia. Finalmente possiamo ascoltare chi sa suonare e cantare e chi no. Senza trucco e senza inganno. E poi diciamocelo. E' la vera rivincita di Internet, considerato finora da molti un nemico della musica (almeno com'era intesa fino a una ventina d'anni fa). Certamente il web e la musica liquida hanno contratto i guadagni delle case discografiche ma oggi, in epoca di coronavirus, consentono agli artisti di tenersi in contatto col loro pubblico e lanciare messaggi positivi. D'ora in poi nulla sarà più come prima. Popstar, canta che ti passa.

Dai blog