Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Kurt Cobain batte David Gilmour. La chitarra da 6 milioni di dollari fa terra bruciata

Carlo Antini
Carlo Antini

Testo e musica le mie coordinate. Nato a Foggia e romano d'adozione. La laurea in Scienze della Comunicazione e la passione per il giornalismo mi portano nella redazione de "Il Tempo". Come critico musicale collaboro con “Container" su Radio Italia Anni '60.

Vai al blog
Kurt Cobain e David Gilmour Foto: Kurt Cobain e David Gilmour
  • a
  • a
  • a

Kurt Cobain batte David Gilmour. Almeno nella speciale classifica del valore delle chitarre. Due pesi massimi del rock con stuoli di fan pronti a tutto. Anche a sborsare cifre esorbitanti pur di accapparrarsi cimeli e memorabilia appartenuti alle star. Per ora, però, sembra proprio che Cobain la spunti su tutti. La sua chitarra acustica elettrificata Martin D-18E è stata battuta all'asta per 6 milioni di dollari contro i "soli" 4 con cui era stata venduta la "Black Strat", una Fender Stratocaster appartenuta al chitarrista dei Pink Floyd.

La chitarra acustica suonata da Kurt Cobain durante il concerto unplugged registrato dai Nirvana negli studi di Mtv nel 1993 è stata venduta all’asta per la cifra record di 6 milioni di dollari. Si tratta della chitarra più costosa mai battuta in un’asta, ha sottolineato Julien’s Auction, che ha curato la vendita a Los Angeles. Ad aggiudicarsi lo strumento, prezzo di partenza 1 milione di dollari, è stato il fondatore di Rode Microphones, Peter Freedman. Cobain suonò la chitarra, un’acustica Martin D-18E elettrificata, cinque mesi prima della sua morte. La perfomance acustica registrata il 18 novembre del 1993 è ormai considerata uno dei più iconici e celebri live della storia del rock. La chitarra è stata venduta insieme alla sua custodia originale che Cobain aveva decorato con un poster dell’album del 1990 "Feel the Darkness" della band Poison Idea.

 

Dai blog