cerca

i retroscena del canna-gate

Isola dei Famosi, dietro lo scandalo droga c'è la guerra (segreta) tra Mediaset e Magnolia?

L'Isola dei Famosi, dietro lo scandalo droga c'è la guerra (segreta) tra Mediaset e Magnolia

Il “canna-gate” si è trasformato in “canniful”. Ogni giorno spunta un retroscena, una conferma e la sua smentita, un audio, un’affermazione esagerata, un dire e non dire, un personaggio che aggiunge un mattoncino e un altro che lo leva. Sempre verità dalla doppia lettura. E adesso spunta l'ipotesi che dietro allo scandalo marijuana si combatterebbe una guerra segreta tra Magnolia e Mediaset.

L’Isola dei Famosi è un format prodotto da Magnolia Tv insieme a Mediaset. La prima edizione andò in onda nel 2003 su Rai2 e la conduttrice era Simona Ventura. Dopo alcuni anni di stop, traslocò su Canale5 e venne affidato ad Alessia Marcuzzi. Massimiliano Caroletti, subito dopo la denuncia in diretta tv della moglie Eva Henger disse a Pomeriggio Cinque: “Mediaset voleva fortemente Eva, Magnolia no”. A Striscia La Notizia ha mostrato una lettera della società di produzione in cui “si auspicava che la signora Henger riducesse la questione a un’incomprensione con Francesco Monte”. Caroletti ha sempre sostenuto la tesi che gli autori Magnolia sapessero la verità fin dai giorni in villa, che c’erano filmati in cui Monte fumava e che la moglie “è stata mandata al massacro, le hanno detto "vai e dillo". L’hanno voluta mettere in mezzo. Lei si è fidata”. Pure Eva Henger, ospite a Pomeriggio Cinque, ha puntato il dito contro Magnolia: “Perché mi hanno detto "vai e dillo", perché non mostrano le immagini?”, mentre la D’Urso si è dissociata sottolineando di avere fiducia cieca nei legali di Mediaset.

Striscia La Notizia, che ha un precedente con Magnolia relativo a Masterchef 2015 (il tg satirico accusò Stefano Callegaro di essere un professionista. Lo chef fece causa a Striscia ma fu archiviata, mentre ha vinto contro Magnolia che chiedeva la restituzione dei 100.000 euro vinti perché secondo il giudice all’epoca era un cuoco amatoriale), ha messo in luce le discrepanze e incongruenze che via via venivano fuori ritenendo molto credibili le affermazioni della Henger. Dall’altra parte c’erano quelle della Marcuzzi e della produzione, in mezzo il totem Francesco Monte che non ha mai smentito categoricamente di aver fumato marijuana (nemmeno a Staffelli durante la consegna del Tapiro d’oro) e i naufraghi che al massimo parlavano di “sigarette e altro, ma non sono fatti miei”.

Durante l’ultima puntata dell’Isola dei Famosi, Alessia Marcuzzi cambia idea: “Alla luce di nuove prove, abbiamo deciso di parlare della vicenda anche se non siamo un Tribunale, ma solo un programma di intrattenimento”. I racconti degli ex naufraghi Cecilia e Craig continuano a non combaciare con quelli di Eva. Nel frattempo, il 21 febbraio, la Magnolia Tv diffonde un comunicato ufficiale in cui prendeva “le debite distanze dalle affermazioni di Eva Henger, fra l’altro contraddette da altri naufraghi, e rende noto di aver esaminato il materiale video e di aver sentito il personale presente in Honduras e non è emersa alcuna evidenza che siano state consumate droghe (…). La produzione si riserva ogni ulteriore accertamento e tutelerà  il suo operato”.

Giovedì 22 febbraio, dopo aver chiesto alla Marcuzzi di non rivelare per motivi di privacy il nome dell’ex concorrente che confermava le canne (così ha detto in puntata la presentatrice ndr), Ficarra e Picone hanno mandato in onda l’audio di Chiara Nasti e rilevato che Daniele Bossari aveva l’auricolare durante la seconda puntata dell’Isola, quella della denuncia di Eva.

Secondo il tg di Antonio Ricci, l’auricolare serviva per ricevere suggerimenti in merito alle domande da fare alla Henger. E questa sarebbe anche la prova che in studio tutti sapevano. Sempre Striscia butta lì che “voci di corridoio dicono che tra Magnolia e Mediaset sia in atto una guerra segreta” e mercoledì sera aggiunge un altro tassello: il fotomontaggio dispregiativo del direttore di Canale5, Giancarlo Scheri, fatto (presumibilmente) dai burloni di Magnolia e inserito nella sigla finale. Il volto di Scheri aveva le orecchie da asino, il corpo di una giraffa che ha il cuore lontano dal cervello e il lato B di un coniglio, come a volere intendere che è un codardo. Tutto questo all’oscuro di Alessia Marcuzzi? Secondo il settimanale "Oggi" Stefano de Martino ha avuto una lunga telefonata con la conduttrice in cui avrebbe negato di sapere delle canne.

“Canniful” ha scatenato i social e il pubblico: una (gran) parte ritiene che Eva dica la verità, ma che abbia sbagliato il modo e la maniera e che la produzione abbia nascosto le prove per tutelare Francesco Monte e un’altra sostiene che Eva si sia solo vendicata per la nomination e per avere una maggiore visibilità. Sul profilo Instagram di MagnoliaTv ci sono poche foto, tra queste un paio dove figura l’ex naufraga Simona Ventura (online c’è anche una petizione che chiede il suo ritorno alla guida del programma) ma nessuna con Alessia Marcuzzi. Così i più maligni hanno formulato una terza ipotesi: e se la battaglia di Magnolia contro Mediaset fosse quella di riportare l’Isola dei Famosi su Rai2 con la conduzione di Simona Ventura che rese il reality un successo? D’altra parte, fa notare qualcuno, La Corrida, format di Magnolia, quest’anno è ritornato sulla Rai e sarà presentato da Carlo Conti. L’ultima edizione risale al 2011, su Canale 5, con la conduzione di Flavio Insinna. Semplici coincidenze?

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari