cerca

ADDIO AL CONDUTTORE RADIOFONICO

È morto Leone di Lernia, storica voce dello Zoo di 105

È morto Leone di Lernia, storica voce dello Zoo di 105

Leone di Lernia

Se n'è andato, a 78 anni, Leone Di Lernia. Definito comunemente icona del trash, voce dello zoo di 105, Leone si è spento dopo una lunga malattia, un cancro al fegato. Ad annunciare la morte è stato il figlio Davide, con un post su Facebook: "Un male incurabile l'ha portato via, ma non ha portato via il suo spirito che rimarrà nei nostri cuori", ha scritto, ringraziando "tutte le persone che l'hanno amato e i suoi fans". E poi ha ringraziato lui: "di essere esistito. Ti amo Davide".

Originario di Trani, negli anni ’60, emigrato al Nord, Leone si fa le ossa nelle balere, interpretando i successi di Fred Bongusto, Celentano e Bruno Martino. Poi, arrivano le prime esperienze in radio e le comparsate in Rai. Arbore lo volle a L'Altra domenica, come "inviato speciale" nei luoghi della movida di allora. Negli anni '70 arrivano le primissime parodie dei grandi successi re-interpretati in dialetto pugliese. E, piano piano, accanto alla sempre più frequente comparsa nelle tv locali, comincia a maturare una certa notorietà nazionale che arriva con la collaborazione a Radio Montecarlo e le sue apparizioni a 90esimo minuto mettendosi alle spalle degli inviati mentre fanno le telecronache dai campi. Ma è negli anni 90 che la sua popolarità esplode, rivisitando nello slang pugliese tutte le hits più ballate della dance commerciale. Nascono così "Ti si mangiate la banana" (da The rhytm of the night, interpretata da Corona), Magnando Magnando (Bailando, Paradisio). Nel '99 inizia la collaborazione con lo Zoo di 105, durata fino a pochi giorni fa, prima dell'aggravamento delle sue condizioni. Proprio Fabio Alisei, conduttore della trasmissione, la settimana scorsa aveva scritto su Facebook: "Leo non sta bene, è abbastanza grave, siamo tutti molto preoccupati per lui, anche più che preoccupati. La situazione non è bella". Nei giorni seguenti, un video dello stesso Leone che scherzava sulla sua morte, circondato dal suo staff medico, e una telefonata in diretta a Pomeriggio Cinque in cui annunciava il suo ritorno a casa, avevano rassicurato i suoi fan.

Ieri, l'epilogo peggiore, dopo il peggioramento precipitoso delle sue condizioni negli ultimissimi giorni. Il conduttore Marco Mazzoli, su Facebook, ha spiegato che "quando io e Fabio (Alisei ndr) siamo andati in ospedale a trovarlo, i medici e i famigliari ci avevano detto che il male era in stato avanzatissimo e che aveva pochi mesi". E "il male" era un cancro al fegato. Subito si sono affollati i messaggi di cordoglio su twitter, dove l’hastag #Leonedilernia è diventato "trend topic". "Buon viaggio, mitico!", è il saluto di Matteo Salvini, leader della Lega Nord. “A me ‪#Leonedilernia faceva sempre ridere. Metteva allegria. Non è poco. Ciao!!!", lo omaggia Leonardo Pieraccioni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni