cerca

IN 25 INVECE DI 300

Lo sfogo dei pompieri: "Tra le macerie del Rigopiano scavano pochi vigili del fuoco"

Lo sfogo dei pompieri: "Tra le macerie del Rigopiano scavano pochi vigili del fuoco"

Nell'era dei social è Facebook a dare medaglie. La realtà, tuttavia, è ben peggiore e racconta uno spirito di abnegazione sottopagato, dato per scontato, nemmeno considerato. Se non a parole. I vigili del fuoco, gli "eroi" del Rigopiano che hanno scavato senza mai smettere di sperare, nei giorni in cui il dolore e la speranza si bilanciano su un manto di neve sporca, sono talmente pochi da non poter fare nemmeno i turni. Mangiano poco e a orari improponibili, non hanno neanche un bagno a disposizione. E lavorano con la divisa normale, certamente non adatta a condizioni climatiche proibitive. Senza mezzi, al lavoro h24, stanchi morti eppure sempre pronti a calare giù dai tunnel scavati in due metri di neve un bicchiere di the caldo o una bottiglietta d'acqua ai superstiti in contatto costante con loro. I vestiti, i loro beni di prima necessità li accatastano in mezzo al caos di soccorritori e volontari sotto un telo precario che nemmeno protegge dalla pioggia. Eccolo il trattamento da eroi: qualche vignetta celebrativa su Facebook, tante belle parole scritte su post che nessuno ricorderà quando i pompieri torneranno a sfilare in strada per chiedere trattamenti economici adeguati. Poi il nulla.

"Solo venticinque vigili del fuoco lavorano a Rigopiano nelle ricerche dei ventiquattro dispersi nella notte. Undici uomini di Pisa, otto di Roma e appena sei di Pescara - sottolinea Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo -. Il personale é scoraggiato dal fatto che, per ordini dall’alto, durante la notte sia stato ridotto perfino del 30% mentre in situazioni simili ci sarebbero dovuti essere 300 pompieri a ogni ora a tirare fuori le persone da sotto la neve". "Ci vorrebbe un esercito - si sfoga uno dei vigili del fuoco al lavoro nella zona di Farindola -. Invece siamo pochi, talmente pochi che una zona dell'hotel non è stata proprio battuta. Nelle immagini che stanno girando in questi giorni si vedono centinaia di uomini: sono quelli del soccorso alpino, bravissimi, generosi, che si danno un gran da fare ma che pretendono di scavare senza avere le nozioni tecniche per farlo. Oggi (domenica ndr) erano una valanga su una sola porzione di sito. Vogliono fare, si vogliono infilare. Bellissimo. Ma un conto è scavare in superficie la neve, un altro sapere cosa stai facendo quando scavi o demolisci. La buona volontà non basta. Volevano rompere delle porzioni di muro che sostenevano travi di legno sopra ai quali c'erano cinque metri di neve. Gli abbiamo dovuto gridare di stare fermi, crollava tutto. Mentre gli escavatori sono fermi da qualche parte, chissà dove".

I vigili del fuoco, gli unici in grado di scavare senza fare danni, però, sono appena quaranta durante il giorno. "Eppure basterebbe mettere delle torri-luce per lavorare anche la notte - spiega Marco Piergallini, pompiere e sindacalista Conapo, in prima linea all'hotel Rigopiano -. Siamo sempre gli stessi, ogni tanto chi si stanca va a riposare un'oretta. Ieri (sabato ndr) sono finalmente riuscito a lavarmi i denti per la prima volta da quando sono arrivato, mercoledì scorso. Non c'è nemmeno un bagno chimico, e siamo in tanti qui, tra carabinieri, guardia di finanza, volontari, poliziotti, soccorso alpino e noi pompieri. La pipì la facciamo nella neve, per tutto il resto c’è il bosco. Il nostro pranzo di oggi è stato mezzo panino con la Nutella, una merendina e un succo di frutta. La cena di ieri è arrivata alle 4 di notte: la pasta e fagioli era talmente compatta che il mestolo si reggeva da solo". 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Marco

    Castracane

    23:11, 25 Gennaio 2017

    I pompieri

    I pompieri per salvare delle persone e degli animali guadagnano 1.500€ al mese e certi politici per non fare un cazzo guadagnano 15.000€ al mese

    Rispondi

    Report

  • KRISDA

    Giuseppe

    DI Piro

    17:05, 25 Gennaio 2017

    KRISDA

    Guardate la foto, contate quante persone in divisa ci sono e quante stanno scavando? pochissime, basta con questi eroi...eroi sono coloro che scavano come se lì sotto ci fosse una figlia, non: studiamo, vediamo, parliamo mentre sotto muoiono. Ho visto varie riprese televisive dove il panorama dietro era sempre lo stesso, pochi facevano qualcosa(senza neanche troppa verve) e tantissimi stavano a guardare, altro che eroi, molti stavano lì solo per la trasferta e gli straordinari, ma loro di straordinario non hanno fatto granchè e senza parlare dello scandalo del ritardo nei soccorsi e dello spalaneve richiesto e mai arrivato, se non troppo tardi. Mi dissocio dall'esaltazione di questi uomini che fanno,per me, solo il loro lavoro e neanche tanto bene. Tanti uomini e poco risultato, come vale per tutti i dipendenti pubblici, compresa la Consulta, 4 mesi per arrivare a prendersi un altro giorno ancora(quello che in pratica sarebbe servito 4 mesi fa) per decidere sull'Italicum, con calma, calma, tanto a loro che frega???

    Rispondi

    Report

  • Paolo

    Belletti

    12:12, 24 Gennaio 2017

    VERGOGNA

    Grandi i Vigili del Fuoco, impegno ad oltranza, dovete rimanere compatti con le altre Forze in campo, Soccorso Alpino e Guardia di Finanza, voi a capo e gli altri eseguono! Il Governo ha dimostrato il TOTALE disinteresse verso i cittadini e verso TUTTE le Forze dell'Ordine, spazzaneve non funzionanti, uomini non in grado di guidarli, turbine rotte, poco gasolio e tanta tanta DISORGANIZZAZIONE, Monti ha relegato la Protezione Civile ad un corpo di controllori di spesa, al contrario la Protezione Civile deve essere libera di prendere qualsisasi decisone sulle spese specialmente quando ci sono disastri simili. Ci vuole piu' unione tra tutti Meteomont, Aeronautica, Vigili del Fuoco, Soccorso Apino, Esercito, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, ma la cosa piu' importante e' PREVENZIONE e CONTROLLO del territorio, non si puo' non sapere quante neve c'era sul costone, in Svizzera usano le dinamite per alleggerire la neve e la stessa cosa doveva essere fatta sul Gran Sasso, nessuna protezione antivalanghe!!!!! grazie a Dio ci siete voi Eroi Veri! Ricordatevi che gli USA in Kossovo in poche ore preparato un campo con 8000 pasti caldi!!

    Rispondi

    Report

Mostra più commenti

.tv

Insulti e parolacce ai concorrenti, bufera su Flavio Insinna

Strage Manchester, il momento dell'esplosione. I video amatoriali
Manchester, strage al concerto di Ariana Grande
Bayern in festa, Ancelotti intona "I migliori anni della nostra vita"

Opinioni