cerca

L'INCHIESTA PARTE DA TORINO

Avellino, scoperto arsenale di bombe carta per gli ultrà di tutte le squadre

Avellino, scoperto arsenale di bombe carta per gli ultrà di tutte le squadre

Un "arsenale" di petardi e bombe carta a disposizione dei tifosi di calcio violenti di tutta Italia è stato scoperto ad Avellino nel corso di un'inchiesta coordinata dalla procura di Torino. A renderlo noto è stato il pubblico ministero Andrea Padalino oggi in tribunale alla ripresa del processo a Giorgio Saurgani, il promotore finanziario bergamasco sotto accusa per l'episodio della bomba carta in un derby fra Torino e Juventus della stagione 2014/15. L'arsenale era custodito nella casa avellinese di Emanuele A., durante una perquisizione. Sono stati sequestrati dalle forze dell'ordine  diverse decine di petardi, fumogeni e altro materiale, 10 chili di bombe carta pronte per essere utilizzate. Gli inquirenti sono arrivati a Emanuele A. nell'ambito delle indagini su un personaggio che sarebbe uno dei fornitori di Saurgani. Il fornitore non sarebbe comunque legato alla tifoseri organizzata. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500