cerca

a lecce 0-1

La Roma ringrazia Dzeko, Kolarov sbaglia il rigore

La Roma ringrazia Dzeko, Kolarov sbaglia il rigore

Ottima vittoria della Roma a Lecce che sale a undici punti in classifica e resta in zona Europa. Per i salentini ancora una sconfitta, a fronte di una buona prestazione. Parte bene la squadra capitolina che nei primissimi minuti ha un buon possesso palla ma la prima occasione da gol è del Lecce con Petriccione al 5’, bravo a raccogliere l’assist di Falco dal fondo che precedentemente aveva superato Kolarov con un tunnel, ma il tiro del centrocampista leccese viene parato da Pau Lopez.

Poco dopo pugliesi ancora vicini al gol ma il tiro a giro da fuori area di Babacar esce di poco. La Roma spera nella massima punizione all’8’ quando Lucioni tocca palla con la mano in area, per l’arbitro e per il Var, però, è tutto regolare. I giallorossi ospiti si svegliano e cercano la via del gol: Mkhitaryan al 12’ mette sul fondo la palla che gli viene servita da Kluivert e dopo un minuto Mancini va a botta sicura di testa, trovando però l’opposizione di Calderoni. Il caldo influenza molto la gara, la Roma fa possesso e il Lecce gioca in ripartenza e dopo mezz’ora c’è il primo cooling break. Della pausa ne beneficia principalmente la squadra di casa che in pochi minuti ha due occasioni: Pau Lopez para la conclusione di Babacar da fuori al 37’ e poco dopo con Mancosu che con una grande cavalcata dalla destra, supera Kolarov ma non inquadra bene la porta.

Gli undici in campo nella ripresa sono gli stessi dell’inizio, com’è uguale anche la trama di gioco: è la Roma che mantiene molto più la palla ma a dispetto della prima frazione di gioco, si rende più pericolosa, crescendo sempre di più. La prima azione del secondo tempo è proprio della squadra di Fonseca al 48’ con Diawara la cui conclusione è alta. I capitolini schiacciano sempre di più il Lecce e al 56’ Dzeko sfrutta benissimo il cross dell’armeno Mkhitaryan e di testa supera un non impeccabile Gabriel. Dopo il gol Liverani prova a mischiare le carte: dentro Imbula al posto di Tachtsidis e Petriccione diventa nuovo regista. Il Lecce si rimbocca le maniche e per circa cinque minuti riesce a mettere sotto la Roma. L’azione più pericolosa è quella conclusa da Calderoli il cui sinistro viene deviato in angolo da Florenzi.

Al 79’ la Roma può raddoppiare: Lucioni gioca ancora di mano in area e questa volta è rigore ma Gabriel neutralizza il tiro di Dzeko distendendosi sulla sinitra. Dal successivo angolo ancora brivido per i tifosi di casa, ma l’azione termina con un nulla di fato. Il Lecce si lancia avanti per trovare il pari ma al secondo dei sei minuti di recupero, rischi ancora con Zaniolo, entrato precedentemente, che a tu per tu con il portiere avversario serve Kluiver che si allunga la palla e la perde. Al triplice fischio, la Roma può festeggiare.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro