cerca

coppa italia

La Lazio in semifinale ai rigori

I biancocelesti eliminano l'Inter (4-5). Decisivo Nainggolan

La Lazio in semifinale ai rigori

La Lazio conquista all'ultimo respiro la semifinale di Coppa Italia, battendo l'Inter soltanto ai calci di rigore. Decisivo l'errore dell'ex giallorosso Nainggolan, decisivo il tiro dal dischetto di Leiva. I biancocelesti avrebbero meritato il successo sul campo, dopo il vantaggio di Immobile ai supplementari. Al 122' però il calcio di rigore di Icardi chiude sull'1-1 prima della lotteria che premia la squadra di Inzaghi. Adesso c'è il Milan, per riscattare l'eliminazione di un anno fa proprio in semifinale.

Eppure il primo tempo si rivela avaro di emozioni, il duello in attacco tra Immobile e Icardi non se lo aggiudica nessuno dei due. L'attaccante argentino non si vede affatto, il napoletano almeno si fa parere una conclusione da Handanovic. Alla fine sono zero i tiri in porta nerazzurri, i biancocelesti peccano di precisione con il tiro debole di Luis Alberto e il colpo di testa di Milinkovic-Savic.

Immobile è ancora il più attivo al confronto di Icardi, Luis Alberto impegna di nuovo il portiere nerazzurro che fa il miracolo subito dopo su Lulic. Al netto delle occasioni collezionate, i biancocelesti meriterebbero il vantaggio. Il primo tiro nello specchio della porta dell'Inter è di Joao Mario, con parata di Strakosha e l'ex Candreva alle stelle. Il secondo è un colpo di testa di Vecino, subentrato a inizio ripresa. Handanovic comunque è nettamente il migliore in campo, salva una clamorosa chance di Caicedo appena entrato. Incredibile però il gol a porta vuota che si divora Martinez, dopo l'altrettanto bella parata di Strakosha. Alla fine le reti restano inviolate e si va ai supplementari per decidere la semifinalista.

Tranne un calcio di rigore (inesistente) chiesto dall'Inter e una Lazio che non vuole mollare, la gara non intende sbloccarsi. Almeno fino al 109' quando Immobile raccoglie l'assist di Caicedo e firma il vantaggio biancoceleste. Esplode di gioia l'attaccante napoletano, che invita la squadra a tenere duro fino all'ultimo secondo. Non è finita perché al 122' il fallo di Milinkovic-Savic su D'Ambrosio costa il calcio di rigore per i nerazzurri dopo la revisione dell'arbitro Abisso con il Var. Dal dischetto Icardi non sbaglia e segna l'1-1. Nel delirio degli ultimi secondi viene anche espulso Radu, inferocito contro il direttore di gara. La semifinale si decide alla lotteria dei rigori.

Sbagliano Martinez e Durmisi, Icardi fa il cucchiaio ma l'ex Roma Nainggolan se la fa parare da Strakosha. Leiva segna il rigore decisiva e la Lazio vola in semifinale di Coppa Italia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro