cerca

la gara

L'equitazione mondiale scalda i motori a Pisa San Rossore

L’H.H. Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum Italy Endurance Festival si prepara ad accogliere 35 nazioni

L'equitazione mondiale scalda i motori a Pisa San Rossore

L’ippodromo e la Tenuta di Pisa San Rossore sono pronti ad ospitare la terza edizione dell’H.H. Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum Italy Endurance Festival, con 346 cavalieri provenienti da 35 nazioni. La celebre gara - fissata per venerdì 27 luglio- è un vero e proprio incontro al vertice mondiale della disciplina, fiore all’occhiello del Toscana Endurance Lifestyle 2018 (manifestazione giunta alla sua 4° edizione). 

L’evento si svolge sotto l’egida del Vicepresidente, Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Governatore di Dubai Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum. Sfida clou, la 120 kilometri, con 212 concorrenti. Alcuni di loro con palmares di massimo rilievo, a cominciare con gli emiratini.

Saranno 15 i cavalieri in rappresentanza degli Emirati Arabi, paese che occupa attualmente otto posizioni nella top ten della Ranking mondiale. Tra questi, al via, il numero 3 Sheikh Rashid Dalmook Al Maktoum, il numero 4 Sheikh Hamed Dalmook Al Maktoum, protagonisti rispettivamente della seconda e terza posizione al Test Event dei World Equestrian Games, in programma a Tryon il 10 settembre. Fa compagnia agli atleti della Royal House il connazionale numero 6 del mondo, Salem Hamad Saeed Malhoof Al Kitbi.

I fuoriclasse arabi dovranno confrontarsi con due spagnoli, Big dell’Endurance europeo: Alex Luque Moral è argento individuale e oro a squadre ai Campionati del Mondo 2016; argento individuale e oro a squadre nei campionati d’Europa 2017. Medaglia, quest’ultima che ha confermato l’oro a squadre continentale 2015. Il connazionale Angel Soy Coll, oro a squadre e bronzo individuale ai Campionati d’Europa 2017, è anche oro a squadre ai Campionati del Mondo 2016. Non è da meno la Svizzera, che schiera la campionessa del mondo 2005 nonché bronzo mondiale a squadre 2014: Barbara Lissarrague.

Rafforzano la competitività rosa la francese Julia Montagne, numero 7 della classifica mondiale, la spagnola Paula Muntala Sanchez, campionessa europea under 21 in carica, con un totale di 4 medaglie continentali giovanili (3 ori, uno individuale e die a squadre e un bronzo individuale) e la belga Elisabeth Hardy, medaglia d’argento ai Campionati del Mondo per giovani cavalli 2017. Rosa anche le munizioni dell’Italia: Carolina Tavassoli Asli, Costanza Laliscia e il caporal maggiore scelto Chiara Marrama. Nomi che rientrano nella long list azzurra per i prossimi Weg di Tryon 2018.

Tavassoli e Laliscia hanno condiviso la medaglia d’argento a squadre continentale 2017 con Luca Campagnoni. Anche lui al via nella prestigiosa gara, che quest’anno rappresenta un importante avvicinamento ai Campionati del Mondo, nonché un trampolino di lancio per i Mondiali under 21 e giovani cavalli assegnati dalla FEI a Pisa San Rossore insieme ai FEI Endurance Championship 2020.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni