cerca

L’uomo della sanità

D’Amato, processo segreto e poltrone

Era sott’inchiesta per truffa ma non l’ha dichiarato Giallo sull’esito del procedimento. In corso l’indagine della Corte dei conti

Dalla "cabina di regia" al flop. La salute secondo D’Amato

Alessio D'Amato

Sono quasi 4 anni che cer- cano di far dare lo «stop» alla cabina di regia della sanità la- ziale. O, per meglio dire, al re- sponsabile della cabina di re- gia, Alessio D’Amato. Una «so- spensione cautelativa dall’incarico» richiesta sin dal 19 marzo 2014, ma mai arriva- ta, al pari della risposta all’interrogazione urgente pre- sentata dai consiglieri regiona- li del Movimento 5 Stelle, che è tuttora «non presente» negli archivi della Pisana. Per i 4 pen- tastellati la notizia del rinvio a giudizio del coordinatore del- la sanità laziale avrebbe dovu- to, sin d’ora, far concretizzare la «possibilità di sospensione facoltativa del dipendente», al- lora mandato a processo con l’accusa di truffa ai danni della Regione, ricevuta nella sua pre- cedente veste di capogruppo dei Comunisti Italiani (la Pro- cura di Roma avanzò sospetti sull’uso di 270mila euro di con- tributi: percepiti per sostenere l’attività della Fondazione Ita- lia-Amazzonia di cui D’Amato era presidente onorario), se- condo la tesi degli inquirenti avrebbero coperto le spese di una fondazione e del gruppo consiliare dell’allora...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni