cerca

SATIRA & POLITICA

Scilipoti vieta il “pilu”, Zinga e il rebus Forlanini, l’assessore e il dramma della droga. Il Superpodio!

La dodicesima puntata della videorubrica de "Il Tempo" dedicata al peggio della politica.

Scilipoti vieta il “pilu”, Zinga e il rebus Forlanini, l’assessore e il dramma della droga. Il Superpodio!

Un assessore del III Municipio di Roma che denuncia l’impossibilità di trovare droga durante l’emergenza Coronavirus; il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che nega l'ospedale Forlanini ai pazienti perché “cade a pezzi” ma al tempo stesso lo concede a migranti e Ong; il presidente della Camera Roberto Fico che denuncia tutti i pericoli del voto on line dopo averne per anni magnificato le straordinarie potenzialità; il sempreverde Domenico Scilipoti che, per arginare il contagio, chiede di chiudere tutti i siti hard di incontri online.

Sono loro i protagonisti della dodicesima puntata del Superpodio della settimana, la videorubrica de “Il Tempo” dedicata al peggio della politica e che, per motivi di precauzione, viene registrata in questa occasione lontano dalla storica redazione di piazza Colonna nella quale speriamo di tornare al più presto.

Si comincia con il vero e proprio slalom che i cittadini sono costretti a fare tra tutti gli appuntamenti che, in questo periodo di quarantena, sono stati creati per non permettere agli italiani di annoiarsi: applausi ai medici, flashmob, canzoni alla finestra, conferenze stampa di Conte. Ce n’è abbastanza, insomma, per non desiderare altro che tornare in ufficio a riposarsi un po’…

Poi tocca ai protagonisti della politica, a partire, come detto, da Zingaretti e dall’annosa questione del Forlanini, che potrebbe essere utile come centro per la cura dei malati di Coronavirus ma è stato negato dalla Regione Lazio perché, pare, cada in pezzi e non possa essere ristrutturato. Peccato che la stessa struttura sia stata concessa alle Ong che si occupano di migranti. Loro lo sanno che stanno entrano in un palazzo che rischia di crollargli addosso?

Tocca poi al presidente della Camera Roberto Fico, che sconfessa la linea storica del Movimento 5 Stelle a favore del voto digitale. Magari anche perché quello del Parlamento non sarebbe gestito da Casaleggio e Rousseau, quindi…

Infine la menzione speciale per Scilipoti e il suo attacco a uno dei pochi settori che con la crisi sta conoscendo un boom: i siti internet a luci rosse! Chiuderli? Per una volta Cetto La Qualunque e Roberto Gualtieri sarebbero d’accordo: non se ne parla!

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro