cerca

caos manifestazione

Roma Metropolitane, la protesta finisce male: ferito il deputato Fassina

Al presidio dei lavoratori della società partecipata le forze dell’ordine sfondano il cordone

Un pomeriggio di manifestazioni, a Roma, costato caro al deputato e consigliere comunale, Stefano Fassina. Durante le dimostrazioni dei dipendenti di Roma Metropolitane, in presidio contro la liquidazione della società, le forze dell’ordine hanno sfondato il cordone dei manifestanti. L’esponente di Liberi e uguali è rimasto ferito, schiacciato da un uomo della polizia mentre cercava di bloccare l’accesso degli agenti alla porta e poi calpestato.

All’arrivo delle ambulanze, in via Tuscolana, Fassina è stato soccorso dal personale del 118, gli è stato applicato un collarino ortopedico ed è stato trasportato all’ospedale San Giovanni. Anche un’altra donna è stata portata via in ambulanza. Se la sono cavata con delle lievi contusioni gli altri sindacalisti coinvolti, Alberto Civica della Uil e Natale Di Cola della Cgil. Diventano virali dei video che inchiodano alcuni agenti, tanto che in serata il Viminale è stato costretto a diramare un comunicato in cui la ministra Luciana Lamorgese indica al capo della polizia, Franco Gabrielli, di accertare le dinamiche, per verificare se «l’intervento delle forze di polizia presenti sia stato svolto in maniera corretta e senza violazioni di legge».

Dopo qualche ora, arriva la solidarietà a Stefano Fassina e ai sindacalisti della sindaca di Roma, Virginia Raggi, che precisa: «Noi abbiamo sempre scelto la strada del dialogo e del confronto». Quanto «è avvenuto è molto grave», afferma il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, che chiede «immediata chiarezza». S

inistra Italiana-Leu promette battaglia: «Qualcuno nelle prossime ore dal Viminale dovrà spiegare a tutti noi, al Parlamento e all’opinione pubblica perchè nel 2019 lavoratori che difendono il proprio posto di lavoro siano stati picchiati dalle Forze dell’Ordine, che rappresentanti sindacali e parlamentari vengano feriti, come si vede chiaramente dai video e dalle foto degli organi di informazione», tuona Nicola Fratoianni. Una «pagina incompatibile con la democrazia», commenta il sottosegretario all’Istruzione in quota Leu, Peppe De Cristofaro, chiedendo che tutto il governo prenda posizione su un «episodio inaccettabile». I sindacati insorgono. Chiedono al Viminale e al questore di Roma di spiegare i fatti. L’episodio, tuonano i segretari di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo «è intollerabile».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro