cerca

LA PROVA DELLA SETTIMANA

Con Peugeot Rifter spazio a portata di mano

Il tuttofare francese che ama la città

Con Peugeot Rirfter spazio a portata di mano

La Peugeot lo ha fatto debuttare lo scorso anno a Ginevra ed ora arriva sul mercato. Stiamo parlando del nuovo Rifter, erede del Partner, una tipologia di mezzi, quella dei «multispazio», da tenere d’occhio, perché riserverà, sicuramente, tante sorprese. Noi abbiamo testato il Rifter per le strade cittadine e fuori e ci siamo resi conto che, sinceramente, rappresenta una soluzione niente male, soprattutto per chi necessita di spazio, per famiglia o attività di vario genere. Iniziamo a dire che, questo mezzo nasce da una nuova piattaforma e può ospitare 5 o 7 posti, per due passi: 4.40 metri, con un bagagliaio che va dai 775 ai 3.500 litri, a sedili abbattuti (si ottiene un vano totalmente piatto), capace di stivare oggetti lunghi fino a 2.70 metri; 4.75 metri, con un vano che va dai 1.050 ai 4.000 litri, per una capacità in lunghezza di oltre 3 metri. Le motorizzazioni sono 5, benzina e diesel e noi, come di consueto, siamo andati controtendenza ed abbiamo scelto un bel turbodiesel, da 100 Cv, con cambio manuale, un 1.5 BlueHDi Euro 6.2, già in linea con il futuro ciclo di omologazione WLTP.
Il nostro passo corto è un vero tutto fare, abbastanza morbido da reggere il confronto con i famigerati «Sanpietrini» e con le buche romane, facile da parcheggiare, super capiente e, grazie al grip control (regola il funzionamento dell’asse anteriore su varie modalità, dal fango alla neve), in grado di affrontare anche percorsi e sterratini di un certo impegno. Il look è quello di un moderno monovolume, a sbalzi corti, con le portiere posteriori a scorrimento. Oltre al portellone, poi, il lunotto posteriore è apribile e la cosa facilita, non poco, lo stivaggio di oggetti vari.
Gli interni sono da automobile, con il volantino compatto a fondo piatto, classico della casa del leone, strumentazione sopraelevata ed uno schermone touch da 8 pollici, stile tablet, super connesso e pienamente compatibile con tutti i sistemi mobili in commercio. Super completa anche la dotazione di sistemi di sicurezza. In conclusione, questo mezzo ci è davvero piaciuto: è un po’ snob, ti porta dappertutto, è grintoso, consuma poco e te lo porti a casa a partire da 22.000 euro.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro