cerca

rivoluzione in passerella

La modella trans come beauty-testimonial di Chanel

Theodora Quinlivan scelta dalla prestigiosa maison francese

La modella trans come beauty-testimonial di Chanel

Theodora Quinlivan. Questo nome non vi dice niente? Forse vi dirà qualcosa il suo splendido viso e il suo corpo affusolato che campeggiano sui cartelloni pubblicitari della celeberrima ed esclusiva casa di moda Chanel per il settore della cosmesi. Ma è una testimonial beauty che segna la storia: Theodora è una modella 25enne transgender, la prima in una campagna della maison parigina e del mondo del make-up in generale. Come spesso accade la fashion industry coglie e rilancia i cambiamenti sociali. 

Visualizza questo post su Instagram

LUDOVIC DE SAINT SERNIN f/w 2019 - So proud to exclusively walk for my amazing and talented friend for Paris men’s fashion week! I first heard about Ludovic in NYC from a bunch of my fashionable LGBTQ+ friends, I was so curious to know who was this designer and what was he doing that was making everyone so excited. Luckily for me when I moved to Paris I was able to meet this incredible designer boy wonder in the flesh and we instantly hit it off. At my stage in the game I’ve had the pleasure to work with so many established brands and so many designers, but rarely do I get to work with someone taking such a huge risk and starting their own brand from scratch at such a young age. Ludovic’s work stood out to me because it represented a new way of dressing in the 21st century that I hadn’t seen before. He showcases men and women embracing their sensuality and femininity and bodies in a way that’s beautiful, cool, smart, and luxurious. When he asked me to walk his first ever fashion show I jumped at the opportunity. We had several fittings and meetings and every time I was amazed by his commitment and passion. Ludovic’s style of design represents for me the future of dressing where clothing isn’t gendered and glamour isn’t seen as ostentatious but a way of existing. Keep your eyes on this designer kids because he has BIG things in his future! @ludovicdesaintsernin @tom_van_dorpe

Un post condiviso da Theodora Quinlivan (@teddy_quinlivan) in data:

D'altra parte i brand sanno che ai tempi di internet, la strategia dell’accettazione è efficace e rende in termini di immagine e vendite. In un post sul suo account Instagram, Theodora detta Teddy si è presa la rivincita sui detrattori e su chi le ha fatto del male: “Chanel beauty è stato un momento trionfale di pianto per me. Tutta la mia vita è stata una lotta. Sono stata vittima di bullismo a scuola, i bambini minacciano di uccidermi e descrivono dettagliatamente come avrebbero fatto, mio ​​padre mi picchiava e mi chiamava frocio, ho ricevuto delle vendette per aver detto pubblicamente di essere stato aggredito sessualmente sul lavoro ... Questa è stata una vittoria per tutta quella m***a. Avevo seguito 2 spettacoli per Chanel mentre vivevo in modalità invisibile (stealth significa che non avevo ancora reso pubblica la mia identità trans) e quando sono uscita allo scoperto sapevo che avrei smesso di lavorare con alcuni marchi, pensavo che non avrei mai lavorato con l'iconica casa di Chanel mai più. Ma eccomi qui a Chanel Beauty Advertising. Sono la prima persona trans apertamente a lavorare per la casa di Chanel. Il mondo ti prenderà a calci, ti sputerà e ti dirà che sei inutile. Il tuo compito è avere la forza di alzarti e spingere, di continuare a combattere, perché se ti arrendi non sperimenterai mai le lacrime del trionfo”. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro