cerca

Non solo Baye Dame

Caso Aida, "espulsione di massa dal Grande Fratello”. Il web insorge contro la banda della Casa

Caso Aida, "espulsione di massa dal Grande Fratello”. Il web insorge contro la banda della Casa

Lunedì sera, durante la terza puntata del Grande Fratello 15, saranno presi seri provvedimenti contro Baye Dame per l’aggressione verbale e quasi fisica a Aida Nizar. Il popolo dei social segue con attenzione tutto quello che succede all’interno della Casa e si è ribellato con determinazione alle prevaricazioni del branco. Ritiene infatti che non dovrebbe essere il solo a essere squalificato o subire provvedimenti disciplinari. Chiedono di fare la mossa giusta: un repulisti, un’espulsione di massa con l’ingresso di nuovi concorrenti non “drogati” di selfie e audience.
 
Pochi giorni ancora e i fari saranno tutti puntati sulla credibilità di Barbara d’Urso che ha condannato le vessazioni contro Aida come inaccettabili: “Ho chiesto al GF, che è d’accordo con me, provvedimenti seri, molto seri. Io non ci sto”. Poco prima la produzione aveva recapitato un comunicato dove richiamava tutti gli inquilini della Casa a rispettare le più elementari regole della convivenza civile. Dopo la sfuriata e le continue umiliazioni inferte ad Aida Nizar, il web è esploso di rabbia e indignazione chiedendo che tutti pagassero. Ecco alcuni commenti leggibili sotto l’hashtag #GF15: “Barbara deve ascoltarci e intervenire, altrimenti poi ahi voglia a dire ‘con il cuoreeee’”, “Barbara crediamo in te, non ci deludere”, “Un conto è il trash, un conto è questo schifo”, “Se ci sarà solo una tirata d’orecchie, boicottiamo il GF e non guardiamolo più”, “Si parla di bullismo e di violenza sulle donne e poi si lascia dentro Baye Dame? Che schifo!”, “La squalifica doveva essere immediata”, "Lunedì  capiremo se ci sono differenze tra @carmelitadurso e @lapinella". Perché, come scritto, non ci si può stupire per la deriva dei reality, ma ci si deve ancora scandalizzare per l’osceno. Si deve esercitare il diritto a rinnegare il brutto dell’animo umano.
 
È lecito attendersi la squalifica di Baye Dame per le prevaricazioni e il linguaggio scurrile usato nei confronti della spagnola che non ha mai replicato in modo volgare. Tuttavia, il ragazzo romano non dovrebbe essere il “capro espiatorio”, lì dentro c’è una banda di gente dotata di micropensiero e macroinsulto. Donne e uomini hanno un lessico da marinai ubriachi in libera uscita e lo hanno ampiamente dimostrato quando, ognuno di loro, in branco, ha trovato un’offesa inimmaginabile da vomitare su Aida: “un aborto ca***to da un cervello marcio” è il giudizio di Patrizia che non comprende come mai il padre non la stimi (non le basterà avvolgersi in tutte le collezioni Balenciaga, Chanel e Yves Saint Laurent per essere raffinata ed elegante), “cagna e vecchiaccia” è il ripetuto commento di Luigi Mario Favoloso, “zingara” l’epiteto di Matteo Gentili, “strega da bruciare” l’opinione di Filippo Contri, “mi dà fastidio” l’idea di Lucia Bramieri. Per non parlare delle schifezze pronunciate da Alessia Prete, delle smorfie disgustate di Lucia Orlando, della doppia morale di Angelo Sanzio, del doppiogioco di Simone Coccia, delle affermazioni sfacciate di Danilo Aquino “non l’ho mai offesa, non le ho mai detto parolacce. Ho perso la battaglia, ma a’ guerra c***o non la perdo, figure di m***a non le faccio. Sto zitto, ma ho ragione”.  Per questi gieffini la parola “c**zo” è un apostrofo rosa tra “io” e “sono famoso”.
 
Non si salva nessuno. Nessuno. Lunedì dovrebbe esserci una vera e propria transumanza dalla porta rossa così da dar modo alle catodiche bambole assassine di tornare alle loro vite di cartone. Ammesso che parenti e amici li rivogliano. Nina Moric ad esempio non sembra disposta ad aprire la porta di casa a Luigi Favoloso, medaglia d’argento del peggiore. La modella se n’è andata alle Maldive ma ha affidato a Instagram il suo pensiero: “Lo lascio andare, tack” e su quello che ha fatto ad Aida: “Scena disgustosa”. Lui ha avuto l’ardire di contestare il comunicato: “Gliel’ho detto in confessionale: per me avete sbagliato, sembra che state a difendere quei due e non è giusto”. I social sono convinti che Baye Dame pagherà per tutti mentre il resto del branco sarà richiamato o andrà automaticamente in nomination.
 
Però la vittoria di Nino Formicola all’Isola dei Famosi e quella di Daniele Bossari al GFVip dicono che i telespettatori premiano le persone perbene, che il trash sano piace, ma che il cattivo esempio viene immediatamente rigettato. Un cambio della guardia totale resterebbe nella storia della televisione e fermerebbe questa patetica corsa ad “alzare l’asticella” per alzare gli ascolti. Ma ci vuole coraggio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni