cerca

Papa Francesco al Congresso: "Abolire pena di morte"

Accolto con una standing ovation cita Lincoln e Luther King OBAMA "È l'uomo della speranza" VIDEO Bimba sfida la sicurezza per abbracciare Francesco

Papa Francesco al Congresso: "Abolire pena di morte"

"Abolizione globale della pena di morte". È quanto chiede Papa Francesco, nel discorso ufficiale rivolto al Congresso Usa. È la prima volta di un Papa nella sede più rappresentativa del popolo americano, un evento unico. Accolto da un’ovazione e interrotto più volte dagli applausi dei politici Usa parla di libertà, di diritti umani e chiede l’abolizione della pena di morte.

 

"Abolire pena di morte" "Recentemente i miei fratelli vescovi qui negli Stati Uniti hanno rinnovato il loro appello per l'abolizione della pena di morte" dice Papa Francesco davanti al Congresso. "Io non solo li appoggio, ma offro anche sostegno a tutti coloro che sono convinti che una giusta e necessaria punizione non deve mai escludere la dimensione della speranza e l'obiettivo della riabilitazione. Se vogliamo sicurezza, diamo sicurezza; se vogliamo vita, diamo vita; se vogliamo opportunità, provvediamo opportunità. La misura che usiamo per gli altri sara' la misura che il tempo userà per noi".

 

"Proteggere i deboli" "Il perseguimento del bene comune è il fine di ogni politica". Papa Francesco lo ricorda ai parlamentari del Congresso Usa, ammonendo: "Una società politica dura nel tempo, quando si sforza come vocazione di soddisfare i bisogni comuni, stimolando la crescita di tutti i suoi membri, specialmente di quelli in situazione di maggiore vulnerabilità o rischio". Il Pontefice sottolinea che "l'attività legislativa è sempre basata sulla cura delle persone: a questo siete stati invitati, chiamati e convocati da coloro che vi hanno eletto. La vostra responsabilità come membri del Congresso Usa è di permettere a questo Paese, grazie alla vostra attività legislativa, di crescere come Nazione". Infatti, afferma il Papa ai parlamentari statunitensi, "voi siete il volto di questo popolo, i suoi rappresentanti. Voi siete chiamati a salvaguardare e a garantire la dignità dei vostri concittadini nell'instancabile ed esigente perseguimento del bene comune".

 

 

Omaggio a quattro grandi nomi americani "Quattro rappresentanti del Popolo americano: tre figli e una figlia di questa terra - dice il Papa - quattro individui e quattro sogni". E li elenca: "Lincoln, libertà; Martin Luther King, libertà nella pluralità e non-esclusione; Dorothy Day, giustizia sociale e diritti delle persone; e Thomas Merton, capacità di dialogo e di apertura a Dio". Poi evoca la marcia che Martin Luther King ha guidato da Selma a Montgomery cinquant'anni fa come parte della campagna per conseguire il suo "sogno" di pieni diritti civili e politici per gli Afro-Americani" e il Congresso Usa, esplde in un applauso quando cita il nome dell'eroico pastore protestante che si battè contro il segregazionismo e pagò con la vita il suo impegno. "Quel sogno continua ad ispirarci", ha assicurato Bergoglio, rallegrandosi, "come figlio di immigrati, sapendo che anche tanti deputati Usa sono discendenti di immigrati", del fatto che l'America continui ad essere, per molti, una terra di 'sogni'. Sogni che conducono all'azione, alla partecipazione, all'impegno, e risvegliano cio' che di piu' profondo e di piu' vero si trova nella vita delle persone".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro