cerca

#hastatoputin

Di tutto, un troll

Di tutto, un troll

Manifestazione anti-Putin a Mosca (LaPresse)

L’America oggi non ha Hillary Clinton alla Casa Bianca e così in Italia non c’è il Patto del Nazareno al governo – per non dire della Brexit, del fallito referendum di Maria Elena Boschi e del tramonto di Angela Merkel in Germania – per colpa di un unico colpevole: #hastatoputin. Ed è la Russia a manipolare il mondo libero imponendo negli Usa uno come Donald Trump e, in Italia – manco a dirlo – un Luigi Di Maio o un Matteo Salvini. #hastatoputin, non c’è dubbio, così si finisce fuori dalla parte giusta della storia e fa bene la Procura di Roma ad aprire un fascicolo, a far indagare l’antiterrorismo, per gli attacchi troll su Twitter contro il presidente della Repubblica.

Un vero e proprio russigate come quello che tiene banco negli Usa, mica fiaschi, ed è stata sempre colpa di Vladimir Putin. Lo zar, però, almeno in Sardegna, dopo le dimissioni del deputato velista Mura, alle suppletive che dovranno farsi un’occasione di riscatto ce l’ha: far eleggere il suo amico Silvio Berlusconi. Il povero Cav., infatti – visto il tracollo di Forza Italia – con l’aiuto di Dudù, ‘u canuzzu, o di una Maria Stelluccia Gelmini non potrà che trollare se stesso e i suoi, tutti Nazareni, e del proprio crepuscolo dire: #hastatorenzi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni