cerca

trionfo e sorpresa

Letteratura da guardare

Letteratura da guardare

Otto milioni di telecomandi per La Mossa del Cavallo. Il film di Gianluca Tavarelli con Michele Riondino andato in onda su Rai1 guadagna un alto share. E la notizia – non un semplice tema di intrattenimento televisivo – trascina con sé due fatti. Il primo è che Andrea Camilleri vince in tivù anche senza il Commissario Montalbano.

Il secondo è che in questo dato c’è un fatto rivoluzionario: il romanzo che conquista la prima serata di Rai1 apre la strada alla qualità e mette fine alla retorica becera di farla facile con le porcherie del trash per vincere la gara degli ascolti. La Mossa del Cavallo, nientemeno che un romanzo storico, dunque un prodotto “in costume” va a mietere un meritato successo e mette così cappello sull’opportunità di alzare il livello dell’offerta in quella Rai che comunque resta la prima industria culturale a disposizione di una sterminata platea di italiani. 

Una sorpresa questo trionfo della letteratura in tivù se si pensa agli ultimi dati Istat relativi al 2016 sul calo dei lettori in Italia. Nessuno legge più niente ma la scrittura sa sempre trovare la giusta strada. Un miracolo, quindi: Camilleri santo subito! 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie

Opinioni