cerca

talent & polemiche

Amici, Javier Rojas e Nicolai in semifinale ma Maria De Filippi si vendica: sorpresina alla maestra Celentano

Tra Javier e Nicolai spunta il parere di Eleonora Abbagnato, etoile all’Opera di Parigi

Amici, Javier Rojas e Nicolai in semifinale ma Maria De Filippi si vendica: sorpresina alla maestra Celentano

Ad "Amici19" Javier Rojas e Nicolai Gorodiskii volano in semifinale. Maria De Filippi torna sul caso della terza puntata e prova a chiarirsi con la maestra di danza Alessandra Celentano: "Ho chiesto un parere all'etoile Eleonora Abbagnato. Bisogna mettersi in discussione, chi credeva di sapere tutto ha fatto una brutta fine. Ti voglio bene".

Nel corso della quarta puntata di "Amici19", Maria De Filippi restaura un clima di serenità e moderata allegria dando ampio spazio alla gara, ma quando Javier e Nicolai si trovano a pari merito per la maglia della semifinale, fa un passo indietro per commentare la variazione di Les Bourgeois che aveva fatto esplodere la tensione tra Javier e Nicolai nella terza puntata con corollario di polemiche e veleni tra la professoressa Alessandra Celentano, il giudice Luciano Cannito, la giuria e la stessa De Filippi. Dopo un RVM riassuntivo, la conduttrice manda in onda il parere di Eleonora Abbagnato, etoile all’Opera di Parigi: “I due ragazzi hanno un grande talento e a questi livelli si può scegliere solo in base alle scelte artistiche. Uno con più tecnica e uno con più lato artistico. La giuria ha scelto in base al gusto, ha fatto una scelta artistica. Quindi non ha sbagliato. Faccio i complimenti a Javier e Nicolai e che vinca il migliore”.

Alessandra Celentano ha commentato: “Penso che rimango della mia idea. Lei parla di gusti personali e ammette che uno ha una tecnica maggiore e uno un’espressività maggiore, ma io non sono d’accordo”. La De Filippi però la fa ragionare: “Io capisco l’italiano e lei non ha detto questo. Non possiamo mettere in discussione Eleonora Abbagnato. Io voglio farti capire che quando un etoile come lei mi dice una cosa del genere, io forse un punto di domanda sulle mie convinzioni lo metterei. Tu l’altra volta avevi detto che Javier aveva fatto bene a lasciare lo studio e questo non è ammissibile”. La maestra di danza sfoggia la consueta pervicacia, ma ammette di essersi espressa male: “Continuo a essere convinta del mio pensiero anche se rispetto le idee della Abbagnato. E io non ho detto che ha fatto bene a lasciare lo studio, quello assolutamente no! Non sono pazza, ho detto che aveva ragione a lamentarsi per il voto della giuria. Per me la tecnica è oggettiva, Javier è stato nettamente superiore, il lato artistico è a discrezione”.

Maria De Filippi è ferma nella sua posizione: “Ti voglio bene e lo sai, ci conosciamo da 20 anni, giratela come vuoi, ma non ha detto quello che dici tu”. E’ la De Filippi che si è fatta amare dal pubblico: materna, rassicurante e comprensiva. E spiega al ballerino cubano: “A me sta bene Javier se dici che non sei d’accordo con i voti. Tu hai la facoltà di poter dire tutto quello che vuoi e esprimerti se un voto non ti sembra giusto, non mi sta bene che abbandoni lo studio. Mi piaci molto come ballerino così come Nicolai. Io vorrei che tra di voi ci fosse una competizione sana perché siete bravi, ma bravi davvero e io vi ringrazio di essere qua. Sei molto giovane Javier, lascia le discussioni alle persone adulte. Se poteste stringervi la mano e ricominciare io sono contenta”. I due accettano e si salutano a distanza di sicurezza, ma poco dopo Nicolai sfoggia la solita supponenza: “Ha iniziato lui a parlare male di me, io lo perdono”.

Vanessa Incontrada lo zittisce: “Basta, il passato è chiuso”. Ma la De Filippi ha ancora un sassolino dalla scarpa da levarsi con la Celentano e le dice che ha mandato le prove degli ultimi balletti alla Abbagnato per una valutazione (a Javier ha dato 7 e a Nicolai 8 contro il 10 e il 7 della Celentano, nda).

La maestra osserva dispiaciuta: “Tu fai questo perché non ti fidi del mio giudizio?” e la conduttrice scioglie l’ultimo nodo: “No per dimostrarti che c’è sempre da imparare e che non bisogna pensare di essere depositari della verità. Bisogna mettersi sempre in discussione. Penso che quando dai dell’incompetente a tre persone crei dei conflitti nei ragazzi che potrebbero essere evitati e penso anche che quando credi di sapere tutto sbagli, le persone che credono di sapere tutto fanno una brutta fine”.

Alessandra Celentano ci rimane male: “Tu pensi questo di me? Pensi che non mi faccio delle domande e non rifletto se ho sbagliato oppure no? Lo sai che mi metto in discussione”, ma la De Filippi: “Anche a casa vorrei far capire che siamo persone e che l’oggettività diventa soggettività, che esprimiamo un’opinione e che si può sbagliare”. Chiusa la parentesi, ecco il verdetto: Javier è uno dei 5 semifinalisti e Nicolai rosica: “Non fare il figo adesso. Meno male che ha vinto così non facciamo un altro dramma”. Una pace ballerina.

 
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro