cerca

«Ho fatto a botte con il sindaco»

«Alla Balduina, con quelli del gruppo di Alemanno - dice l'attore romano - ci siamo menati tante volte. Ma nonostante il nostro passato, lo reputo una persona seria, un politico onesto e un sindaco presente».
L'attore parla del suo amore viscerale per la città e per la squadra di Francesco Totti («Anche se giocasse al Milan, lo andrei a vedere tutte le volte») in un'intervista a «Donna Moderna», oggi in edicola.
Intanto è atteso sempre su Canale 5 nella nuova serie di «I Cesaroni», a partire dal 6 febbraio, dove interpreta il personaggio di Giulio. Giunto alla terza serie, Amendola dichiara di non voler mollare il ruolo: «Continuerò fino a quando non mi cacceranno», e rivela che nei nuovi episodi il suo personaggio scenderà addirittura in politica: «Barilon, il vicino di casa veneto, si candida alle elezioni con la lista "Efficienza e ordine". Giulio, il mio personaggio, si sente obbligato a fermare... i Longobardi. Noi giochiamo sulle differenze tra Nord e Sud: per contrastare Barilon, io presento la lista "Passione per Roma".
Tra i prossimi impegni, inoltre, per Amendola continua a esserci la fiction televisiva: «Tra pochi mesi inizierò a girare per Canale 5 "Tutti gli uomini di Paco", o "Bruno e i suoi", altro titolo possibile, una serie comica. Sono un ispettore di polizia che guida una squadra di imbecilli».
Infine l'attore confida di avere un sogno da realizzare, e dice anche con estrema precisione quando ciò avverrà: «Nel novembre 2013 salperò con la mia barca per fare il giro del mondo».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro