cerca

gelo in studio

Choc a Non è l'Arena, l'ex brigatista Raimondo Etro: meglio mani sporche di sangue. Massimo Giletti lo caccia

L'ex brigatista Raimondo Etro choc a Non è l'Arena: meglio mani sporche di sangue. Massimo Giletti lo caccia

"Meglio mani sporche di sangue!" esclama l'ex brigatista Raimondo Etro e Massimo Giletti lo caccia indignato dallo studio di "Non è l'Arena". La frase choc viene pronunciata durante la trasmissione dall'ex brigatista Etro, noto per aver percepito il reddito di cittadinanza e per gli insulti sessisti rivolti recentemente a Rachele Mussolini e in passato a Daniela Santanchè. Mentre parla delle stragi compiute dalle Brigate Rosse strilla: "Meglio mani sporche di sangue" e manda su tutte le furie la Santanché - in collegamento - che chiede subito al conduttore di mandare via Etro: "È inaccettabile, deve andarsene". Lui non si scusa e Giletti non esita e chiede all'ospite di uscire immediatamente dallo studio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Commenti

  • Franco

    Ruggieri

    09:21, 17 Febbraio 2020

    Ex?

    Un cogl*** così non è un "ex" brigatista: lui è rimasto rosso dentro. Certo, per far posto al colore rosso ha dovuto eliminare il cervello, ma questo è un fatto comune a tutti i rossi.

    Rispondi

    Report

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro