cerca

divorzio giallorosso

"Capitano a casa sua". Valanga di messaggi per Totti

L'addio non va giù ai tifosi della Roma, centinaia di adesioni alla nostra campagna

"Capitano a casa sua". Valanga di messaggi per Totti

«Capitano a casa sua». In centinaia hanno aderito alla campagna de Il Tempo chiedendo a gran voce alla As Roma di richiamare in società Francesco Totti. Lo hanno fatto scrivendo all’indirizzo email tottitorna@iltempo.it amplificando così l’ondata di affetto per la bandiera giallorossa - e di indignazione per le scelte della società guidata da James Pallotta - che da ieri ha invaso il web, i social e le radio di fede romanista della Capitale (qui le indicazioni per continuare ad aderire a «Firma per Totti» via email o spedendo il tagliando da compilare). La frattura con la proprietà deflagrata lunedì con la conferenza stampa dell’ormai ex dirigente giallorosso ha spinto molti lettori a condividere con noi la propria frustrazione per un divorzio impensabile fino a qualche mese fa. E con essa la rabbia nei confronti degli «americani».

Rosanna ad esempio ha deciso per uno sciopero a "intermittenza" del tifo: «Il "detto" in casa nostra è sempre stato "la Roma non si critica, la si ama e basta". Oggi questo basta non regge più. Corpi estranei hanno violato la nostra fede (...). Oggi ii nostro tifo verrà riposto in qualche cassetto e riesumato quando altri veramente meritevoli faranno rivivere l'Associazione Sportiva Roma».

 

Giorgio interpreta l'addio del 10 come un atto d' amore e baratterebbe volentieri il suo ritorno con la partenza dell'attuale dirigenza: «Totti torna, comprendo a pieno le motivazioni del tuo gesto e lo hai fatto solo per il bene della nostra Roma. Non sei tu che devi andare via». Sulla stessa lunghezza d'onda Stefano: «Non saprete mai cosa avete perso lasciando andare via il nostro capitano. Totti non sarà mai un peso per noi romani e romanisti. Andate via. Lasciateci riprendere la nostra squadra, i nostri colori». «Totti sempre più grande», è il messaggio di Federico, sicuro che il Capitano «ha capito che era usato soltanto per tenere calma la piazza».

La speranza di una rentrée è reale e la partecipazione a questa iniziativa ne è una dimostrazione. Ma per molti la rottura è stata troppo clamorosa per porvi rimedio in tempi brevi. «Sarebbe bello che Francesco tornasse sulla sua decisione, ma la vedo praticamente impossible se dall'America continuano a decidere per conto loro senza mai ascoltarlo anche quando gli chiedono paren. Senza di lui la società rischia di andare a picco (...) e nel giro di qualche anno lotteremo per non retrocedere, altro che per la Champions», è il timore di Claudio.

Si è parlato molto di " deromanizzazione" del club, di perdita dell' anima stessa della Roma in virtù di una razionalizzazione aziendale e commerciale della passione. E per molti lettori il divorzio dal romano e romanista Totti è la mazzata definitiva dopo il mancato rinnovo di Daniele De Rossi. «Non uccidete i nostri sogni. Non abbiamo vinto ma almeno avevamo Totti», scrive Stefano per il quale il legame con Francesco è più forte della fame di trofei.

Centinaia di messaggi, tante dimostrazioni di affetto: «Senza il capitano... che Roma è?» (Vilma); «spero che tante firme possano riportare il cuore di Roma al suo posto» (Maria Cecilia); «Capitano a casa sua» (Tobia e Angelo). Nel caos giallorosso Oberdan punta il dito sul consulente plenipotenziario Franco Baldini: «Sei invidioso di Totti e di quello che rappresenta, non hai capito che lui è l'incarnazione della nostra Roma. Se hai un po' di buonsenso dovresti dimetterti (...). Non me ne fare) mai una ragione di queste scelte scellerate fatte da chi dovrebbe portare in alto i nostri colori». Ma c'è anche chi, come Fiorella, spera nel colpo di scena e si rivolge direttamente a Francesco: «Ti vogliamo a CASA. Comprala tu».

***

UN COLPO DI FULMINE ROMAntico

Ho 26 anni, sono nata 13 giorni prima dell'esordio di Totti in serie A. Sono nata e cresciuta insieme a lui.
No. Non sono di Roma. Sono di Francavilla al mare, in provincia di Chieti, e sono romanista perché un giorno d'estate '99 al marcato di paese ho visto la maglia della nazionale italiana n. 20 con scritto TOTTI.
Non sapevo nemmeno che faccia avesse, ma sapevo che quel giorno stava per succedere qualcosa a quella bimba di 6 anni e mezzo.
Il primo campionato che ho seguito con interesse e trasporto è stato quello del 2000/2001. Quello dello scudetto. Un sogno per una bambina che da lì in poi ha capito cosa significava difendere la passione per la propria squadra (e del proprio idolo) da chi non riusciva a comprendere come potesse tifare la Roma, aver scelto la Roma. Li sento ancora molti amici e conoscenti di mio padre che gli esclamano "è della Roma?! E come c'è uscita?". A quel punto interveniva io dicendo fiera:"per amoR, per amoR di Totti". Li vedo ancora i mille tentativi di "comprarmi" con una sciarpa della Juve o una maglietta dell'Inter per cercare di "convertirmi". La mia risposta è sempre stata "No grazie. Io le mie sciarpe, le mie magliette, le mie BANDIERE ce le ho e mi bastano". E per chi mi diceva "ma con la Roma non vincete niente. Non alzate nemmeno un trofeo", lì ero io a non capire loro. Già, perché io il mio trofeo lo vedevo giocare tutte le domeniche. E con De Rossi i trofei erano diventati 2.
Forse troppo difficile da capire.
Forse troppo ROMAntico.
Ma io ho vissuto gli anni più belli della Roma e adesso sto vivendo il periodo più brutto.
No!
Io una Roma senza Totti nemmeno so pensarla.
Nemmeno so tifarla.
Non so se questa petizione servirà a qualcosa o porterà a qualcosa, ma io il mio nome non solo lo scrivo, ma lo grido.
Lo grido nello stesso modo in cui ho
gridato per anni il suo dopo un gol.
Lo grido come ho gridato il suo a chi mi chiedeva il motivo per cui fossi romanista.
Lo grido per continuare a gridare Forza Roma come da quella calda domenica d'estate '99 in cui ho scelto quelle 3 "T".

Torna Capitano mio.

Clarissa Insolia

TRATTAMENTO INACCETTABILE

Non è possibile trattare cosi Totti, avrebbe potuto giocare in tutte le squadre più prestigiose del mondo... tanta stima da una famiglia milanese interista. Nn c'è Roma senza il cuore di Totti.
Gigliola Barbieri

FUORI I FARISEI

Ricordo quando la Presidenza Sensi licenziò testa grigia..che Pallotta emuli Sensi..non ci si può fidare di uno che dà del pigro a Francesco Totti, Campione del Mondo, Campione d'Italia, Scarpa d'Oro e tante altre cose tra cui le Standing Ovation in diversi stadi (templi del calcio mondiale).
Totti rimane mentre i farisei vadano a faticare veramente.
Alberto Pazzi

IO EMIGRANTE E L'ESEMPIO FRANCESE

Vengo da Roma, romanista e vivo a Marsiglia da maggio 2012, in pratica sono emigrato al momento delle dimissioni di luis enrique, giorno piu' giorno meno.

Vivendo all'estero ho iniziato a vivere il tifo per la Roma con ancor piu' grande ardore, la lontananza enfatizza le esaltazioni e le delusioni, come se non bastasse già.

Alle volte non vedo le partite perché temo di soffrire troppo.

Un collega mi ha chiesto piu' volte di andare con lui a vedere l'Olympique Marsiglia e ho sempre rifiutando dicendo:

Grazie dell'invito, ma io non vado a letto con altre donne, quindi non verro' a vedere la tua squadra, mi auguro per te che vinca e che tu sia contento.

Questo per farvi capire cosa significa per me (come penso per molti romanisti) la Roma.

Vedendola trattata come una sguattera da questi americani boriosi e presuntuosi ho il volta stomaco.

L'esempio del Marsiglia è calzante. Il proprietario è americano, ma il presidente è francese. Di certo il marsiglia non brilla per rendimento, è una squadra con vari problemi, ma qui la scelta è stata fatta con maggiore rispetto verso la storia del club che come ben sapete è storicamente il piu' glorioso di Francia.

Della gloria di Roma non devo certo essere io a parlare.

Totti ha scelto di andarsene. Quello che fa Totti per me è la Legge. Totti è il Verbo.

Totti è cresciuto sul campo di calcio mentre noi crescevamo al liceo. Totti è diventato uomo e noi siamo emigrati sperando (e per fortuna trovando) condizioni di vita e di lavoro migliori.

Se la Roma è una fede, Totti ne è l'incarnazione e la sua Parola è incontestabile.

La vostra richiesta di spingere Pallotta a tornare sui suoi passi, per quanto apprezzabile sotto certi aspetti, è per me fuori luogo.

Grazie di aver letto le mie poche righe e sempre forza Roma 

Daniele Dell'Erba 

AMORE E COMPETENZA

C'è bisogno come l'aria della competenza e dell'amore verso i nostri colori del nostro Capitano.
Forza Roma e forza Totti
Roberto Labate

LA CASA DI FRANCESCO

Francesco Totti deve tornare al posto che gli spetta di diritto

William Federici

LA RIVOLTA DI ROMA CONTRO I CELTI

Un filo unisce queste due citta' in questo momento...un filo che risale alla notte dei tempi con la rivolta del the' a Boston, contro gli usurpatori inglesi...
Ora si sta verificando la rivolta di Roma...contro gli usurpatori americani, che hanno creato  nella capitale altre rovine...meno note dei fori imperiali...ma altresi' deflagranti...
si chiama AS ROMA, proprio perche' e' la squadra della capitale...non si chiama USA roma...ne' tantomeno Roma Celtics...
Noi i Celti li abbiamo combattuti...cos'e' ora una vendetta a distanza di secoli??
Per favore, rimettiamo Caio Giulio Totti nel posto che gli e' piu' consono...al centro DEL Cuore Romano.

e per la societa', proporrei un cambio di hastag.  #noinonsiamolaroma

Fabio 

SCUDETTO DEI ROMANI

Ho 77 anni, da sempre vissuti con il cuore giallorosso.
Vogliono vincere con la Juventus, ma loro hanno distrutto l'unico scudetto che in Italia non ha mai vinto nessuno. Noi abbiamo vinto con giocatori nati a Roma, giocato nella Roma e vissuti per la Roma.

Maurizio Brizi

LE BANDIERE NON SI TOCCANO

Non si svendono le bandiere, e Totti e De Rossi erano Bandiere della romanità giallo rossa della Roma. Fuori i mercenari dalla Roma e dentro le bandiere romane, romaniste e chi segue la Roma con amore. Aridatece Totti e De Rossi e non vendete i pezzi migliori, ma rinforzate la squadra.

Stefano  Barbollla

A MILANO INVECE...

Al Nord soni piu' civili di noi:  guardate il trattamento riservato a Zanetti dall'Inter e a Totti dalla Roma

Giorgio Candiloro

TOTTI NON È UNA COMPARSA

E' impensabile che Totti torni alla Roma con questa dirigenza. E l'ha detto chiaramente. Fin dal primo momento ho visto e capito che non era contento di fare le comparsate allo stadio. Mi faceva sinceramente pena. Non meritava di finire così. Ma la Roma chi è disposto a prenderla? Ciao di cuore Francesco.

Un vicentino tifoso della Roma di anni 89 che ha giocato a pallone fino a 70 anni. Giuliano

LA STORIA DELLA CAPITALE

Francesco è la storia della Roma e il suo popolo a bisogno di lui.
Giuseppe Molonia

CORDATA ROMANA

Totti-De Rossi-Ranieri comprate voi la Roma e mandate a casa queste "persone". TOTTI E' LA ROMA.

Giampiero Altamurgia

IL FANTASMA DI BALDINI

Baldini se ne deve andare via dalla società, è solo un fantasma di un'opera mai scritta.

Pasquale Vitale

LA PREGHIERA

Francesco torna ti prego, Roma ti ama.

Emanuela Cantarini

TOTTI COME ULISSE
Totti non può tornare in questa Roma. Francesco deve essere il nostro novello Ulisse tornare a Itaca e scacciare i Proci venuti da Boston.

Marcello Calabresi

ORA CONTANO SOLO I SOLDI

Salve mi chiamo Daniela ho 57 anni e sono nata a Roma da una famiglia di romanisti (il mio bisnonno faceva il custode allo stadio e mio padre da bambino il raccattapalle). Il mio papà non c'è più e se vedesse ora tutto questo non so... pensate che aveva ancora la sua tessera di calciatore dei giovani della Roma. Per lui per me per mio fratello e per i miei figli la Roma non è soltanto una squadra ma una parte della nostra vita. Nel bene e nel male. E nel male ci siamo adesso... voglio sperare che l'apatia che mi avvolge ora passi , che qualcuno o qualcosa cambi le cose ma non mi illudo. Purtroppo gli interessi e i soldi la fanno da padrone e i sentimenti che fino ad ora ci hanno accompagnato non contano nulla. Che nostalgia del passato . . .ma il futuro è lì davanti a noi. Auguro alla mia squadra tanta fortuna e al mio Capitano di poter tornare presto a casa per festeggiare insieme. Roma Caput Mundi sempre.

Daniela

NON IMMAGINO ROMA SENZA TE

Credo sia superfluo chiedere alla società di richiamarlo quando è stato lui a dire di essere stanco di certe situazioni. La Roma non è più quella squadra, quella pazza famiglia di cui mi sono innamorata da bambina. Non riesco ad immaginare un Roma senza senza Francesco, senza il suo cuore e il suo supporto; spero di rivederlo un giorno tornare nella sua famiglia e guidarla verso risultati sempre migliori. Francesco é stato e sempre sarà l’uomo giusto per la Roma spero lo capiscano e che trovino un accordo. Totti ha portato la Roma nel mondo, avrebbero dovuto trattarlo con più rispetto.

Samanta Ceciliato


TI ASPETTO IN SUD

Ho rinnovato in SUD mentre ascoltavo in streaming la diretta della conferenza stampa, io voglio continuare a sapere che quando sono in curva lui è li..TRA DI NOI! 

Valerio Mollica

DAI FRANCESCO FATE PACE

Caro Totti ti voglio bene,mio nipote si chiama Francesco Totti Rinaldi. Tu da calciatore non ti sei mai allontanato da Roma per stare vicino alla famiglia e ora da dirigente perché la vuoi vedere poco? Adesso che i tuoi hanno più bisogno di te. Ritorna fai pace con Pallotta, lui ti vuole bene; se ha sbagliato è perché non ti conosce ancora bene. Tu fagli vedere chi sei come lo hai fatto vedere da calciatore. Ci conto grazie per essere stato un calciatore della roma.

Ardito Rinaldi

GRAZIE CAPITANO, TORNA...


Francesco Totti è la Roma e deve tornare in società! Grazie Capitano! 

Claudia Zimeragi


SENZA TE NON SO STARE
Francesco torna senza te non so stare. Tu sei la ROMA sei il nostro fratello. Unico grande capitano. 

Marina Natoni

TORNA, ROMA TI AMA

Francesco Torna ti prego, Roma Ti ama. 

Emanuela Cantarini

SONO VENUTO A ROMA PER TE

Ho 37 anni, sono calabrese, vivo a Roma da 15 anni e Francesco Totti è stato il motivo principale per cui ho lasciato il mio bellissimo paesello sul mare per trasferirmi a Roma. Non è facile essere romanista in posti in cui tutti tifano Juve, Inter, Milan... non è facile essere tifosa quando sei donna... Ma io avevo Francesco che ogni domenica mi dava un motivo in più per amare la Roma. I suoi gol, le sue esultanze,le sue giocate, il suo umorismo sono stati e saranno sempre motivo di vanto ed orgoglio per me. La dignità che ha dimostrato dimettendosi da questa società di cialtroni è l’ennesima dimostrazione di che grande uomo sia fuori dal campo. Non avremo vinto niente ma il nostro trofeo più grande è il nostro Capitano e nessuno scudetto e nessuna champions league potranno mai eguagliare il suo valore, sportivo e umano. Torna Francè!

Celeste Curatola

SPAZIO AI ROMANI

Via gli americani. Spazio ai romani. Torna Totti!

Francesco Reali

TORNA, ROMA LO VUOLE

Totti torni a Roma e con la Roma. Lo vuole anche la Lupa ed i Lupetti. Mio nipote gioca nella Roma e si chiama Francesco...cosa vogliamo fare?

Paola D'Eustacchio

SENZA TE NON SO STARE

Ma come di fa senza di te! Sono passati due anni da quando hai giocato l'ultima partita. Poi però sei entrato a far parte della dirigenza della Roma e ho pensato... meno male wow! Iniziò il campionato e alla fine la Roma si classificò terza (nel mentre pensavo... oh! Ma che cavolo sta a succede, ma Francesco non può fare niente!)... Quest'ultimo campionato settima! Il mio pensiero è stato sempre lo stesso... ma che succede!!! Francesco fa parte della dirigenza, non può essere che non faccia nulla. Io mi chiedo... Come si può fare per salvare la Roma dalle grinfie di Baldini e Pallotta?

Anna Stirpe

RIDATECI I DUE CAPITANI

Totti deve restare alla Roma. Ridiamo alla Roma un cuore. Ridiamo alla Roma i suoi capitani.

Francesca Miroddi

QUESTA È UNA VERGOGNA

Non si può trattare Totti come un cretino, poi da chi? Dagli americani? Ma per favore!!! Gli americani il peggior popolo al mondo! I Romani e ROMANISTI non dovrebbero più portargli 1 euro le se siamo tutti uniti non andare più allo stadio! AVETE sentito il capitano? Ce chi rideva se perdevamo sia i giocatori e quelli dentro la Roma VERGOGNA!!! Io ho disdetto il calcio in tv allo stadio manco morta! Totti Lo rivogliamo a casa. mi auguro che lo stadio non glielo facciano fare cosi se ne ritorna nella sua nazione di...

Stefania Rosato

RISPETTO DALL’AZIENDA

Anche io voglio Totti e De Rossi di nuovo a casa loro. Il giusto rispetto da parte de «l’azienda» per i tifosi della Roma parte da qui. Grazie al quotidiano Il Tempo per l’iniziativa.

Marco Sbrocca

BANDIERE DA TUTELARE

Indispensabile recuperarlo. Gli altri sono burocrati a cui della Roma frega solo in termini economici. Io sono tifoso del Toro e abito a Torino ma le bandiere vanno tutelate non accantonate.

Fabrizio

NATA NEL 1927

Francesco deve tornare a casa sua! Lo dico da tifosa nata nel 1927.

Giovanna Ciampolini

COMPRO LA ROMA

Totti alla Roma Presidente! Se vinco al Superenalotto compro la Roma e lo faccio Presidente...

Francesco Matarazzo

NESSUNO COME LUI

Solo un campione può dare alla Roma insindacabili suggerimenti circa l’acquisto e la cessione di calciatori. Il bene di una squadra proiettata verso traguardi storici è data dalla conoscenza di uno sport diffuso da sempre in tutto il mondo. Totti conosce il calcio come i grandi leader che hanno portato i massimi trofei nel nostro Paese. Per me un giocatore che ha inventato il «cucchiaio», che ha vinto scudetti, che ha vinto Mondiali DEVE restare alla Roma, unica squadra che ha avuto la fortuna e l’onore di avere Totti che non ha mai tradito la sua squadra LA ROMA.

Cinzia Pancia

NEMMENO IL MARKETING

Gli americani hanno inventato il marketing. Il marketing insegna che il primo passo è quello di comprendere il proprio cliente. Questa società non ha capito nulla, assolutamente nulla dei propri clienti. Io non guarderò più la Roma, perché questa non è la mia Roma.

Andrea Piantini

BASTA PRESE IN GIRO

Complimenti per l’iniziativa, sono, come tante persone, molto addolorato per come sono state trattate due bandiere, che avranno fatto, come tutti noi, i loro sbagli, ma che per attaccamento alla maglia, ai tifosi, sono rimasti a Roma anche se potevano vincere e guadagnare di più altrove. Perché allora dovrebbe mentire Francesco, a che pro? Il Sig. Baldini è 8 anni che consiglia da Londra/Sud Africa, ma non ci mette mai la faccia (capisce + di calcio di Totti, confrontiamo i 2 cv?), il presidente è 8 anni che promette a vuoto...allora meglio non prendere in giro la gente...Abito a Bologna e tornerò a seguire la Roma quando sarà nelle mani di gente meno presuntuosa, arrogante, che parla meno di progetti, (non mi risulta che a Bergamo a inizio anno parlassero di progetti...). Complimenti per le belle parole di Grazia Scuccimarra, sottoscrivo in pieno. Auguri a tutti i romanisti veri, quelli col cuore, e non ai parassiti cialtroni che stanno a Londra...

Alessandro Ferri

SOCIETÀ DI INCAPACI

Totti deve tornare e fare il direttore sportivo e deve tornare anche De Rossi per giocare ancora nella Roma...non si può pensare a una Roma senza Totti e De Rossi...poi ho appena letto che Luca Pellegrini sarà svenduto per solo 15 milioni di euro...Luca Pellegrini è il più grande talento nel suo ruolo, è il più forte dei giocatori della sua età nel suo ruolo...venderlo è un altro errore clamoroso di questa società di incapaci incompetenti folli anormali assurdi e perdenti...dico che devono tornare Totti e De Rossi e dico no alla cessione di Luca Pellegrini.

Elena Russo

UNA ROMA DI DOLORE

Caro Francesco, sono nato a Roma nell’aprile del 1949 e a quattro anni sono andato per la prima volta allo stadio con Papa e Mamma romanisti dalla nascita...; purtroppo negli ultimi anni la CITTÀ ETERNA e la SQUADRA ETERNA che si chiamavano ROMA - che letto al contrario si chiama AMOR - ha cambiato nome e si chiama ROLOD - che letto al contrario si chiama DOLOR... - Scegli tu cosa fare perché sei un genio e qualsiasi tua decisione sarà corretta al 100 per 100! Ciao.

Fabrizio Bisagni

TORNATE SUI VOSTRI PASSI

Sono un tifoso romanista dal 1955 quando avevo 12 anni. Ricordo capitan Losi, nei cuori di ogni giallorosso. Il suo posto è stato preso poi, sempre per carisma, da capitan Totti. Ricordo il suo emozionato esordio all’Olimpico, che ha conquistato poi con la sua naturale ed inimitabile classe calcistica, apprezzata da ogni amante del gioco del calcio. Una così grande figura non andava umiliata dalla A.S. Roma, neanche di fronte alle gelide leggi del business. Pallotta torni sui suoi passi ed avrà anche lui posto nei cuori romanisti accanto ai grandi Presidenti Dino Viola e Franco Sensi.

Dr. Claudio de Chiara

COME IL 26 MAGGIO

Buonasera, l’addio del Capitano, insieme alla sconfitta del 26 maggio 2013 (indelebile, e chi se la scorda) e ai vari 7-1 subìti (per quanto pure il 6-1 col Barcellona...) è la notizia più brutta degli ultimi 15 anni. Grazie per la Vs iniziativa perché finalmente il Giornalismo si occupa di una causa seria e degna. Spero che Totti rientri o, in mancanza, fondi presto insieme a De Rossi un nuovo club improntato al rispetto delle bandiere della storia 92naria della Roma. Grazie.

Andrea D’Ignazio

NATA NEL 1927

Tengo a precisare anzi mia madre Rosella Gregori tiene a precisare che la tifosa nata nel 1927 è lei. Comunque siamo tifosi della Roma da 5 generazioni e troviamo questo comportamento nei confronti del Capitano una cosa assolutamente scorretta. Il calcio non è business...è cuore e rispetto!!!!

Giovanna Ciampolini

TRATTAMENTO DISGUSTOSO

Trovo indegno il trattamento riservato a Totti dalla società americana. È vero che il calcio è ormai un business ma pensare solo al guadagno escludendo chi è un esempio di valori, di correttezza e di "amore" lo trovo disgustoso.

Mariarita Dessi

IL RE DI ROMA

Totti...La mia firma...per il Re di Roma...unico Francesco Totti...Io sarò sempre con te...Capitano mio Capitano❤

Chiara Costanzi

CAMPIONE DI TUTTI

nonostante sia un tifoso della Juventus, ritengo Francesco Totti una bravissima persona ed uno dei giocatori più rappresentativi del calcio italiano degli ultimi 30 anni, merita il rispetto di tutti. 
Il Capitano deve tornare !!!! 

Un caro saluto

Stefano Solari
 

UNICO CAPITANO

Vogliamo Totti a Roma perché unico e solo grande capitano

Alessandra Pascazzi
 

FUORI I BARBARI, DENTRO I ROMANI

Francesco Totti, capitano, romano e tifoso della Roma, e' storia e vogliamo che torni a rappresentarci nella AS ROMA.

Fuori gli Attila dalla Roma, dentro i Romani e Romanisti.

Pallotta, se non la pensi cosi, vendi la Roma.

Massimo Cenni, Gianluca Cenni, Mario Bellini, Augusto Bellini, Lorenza De Stefanis, Francesco Proietti, Lorenzo Nana, Gianni Totaro, Gianmarco Totaro, Claudio Frattaroli

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Salvini: "Mi criticano per le divise della polizia? Le porto con onore"

Gracia De Torres e Daniele Sandri
Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro