cerca

EMERGENZA IMMIGRAZIONE

Ecco il prossimo palazzo da sgomberare

Sulla Tiburtina l’Aniene Palace Hotel okkupato 4 anni fa da 200 persone. L’albergo era stato completato da un mese. Ora c’è il decreto di sequestro

Ecco il prossimo palazzo da sgomberare

L’Aniene Palace Hotel sulla Tiburtina

Non c'è solo via Curtatone. A Roma ci sono decine di edifici privati occupati abusivamente che non vengono sgomberati dalle forze di polizia, pur in presenza di un provvedimento dell’autorità giudiziaria. L’esempio emblematico di questo clima di impunità, che consente il proliferare delle occupazioni, è rappresentato dall’Aniene Palace Hotel di via Tiburtina 1064.

RISTRUTTURATO E OCCUPATO
Un albergo a 4 stelle nuovo di zecca che, un mese dopo essere stato completamente ristrutturato, è stato invaso da un centinaio di persone, capeggiate dai soliti attivisti dei movimenti per il diritto alla casa, all’epoca impegnati nel cosiddetto "Tsunami tour". In questo caso, a guidare l’assalto sarebbe stato Paolo Di Vetta, leader dei "Blocchi precari metropolitani". Il giudice delle indagini preliminari lo scorso 5 maggio ha firmato il decreto di sequestro preventivo dell’immobile, di proprietà del- la società Icmt srl. Sequestro che non è stato ancora eseguito, perché nello stabile si sono accampate ormai da 4 anni circa 200 persone. Per sgomberarlo serve l’autorizzazione della Prefettura, che prende tempo (come in tanti altri casi simili) per ragioni di ordine pubblico. Nel frattempo la società proprietaria dell’immobile continua ad accumulare, mese dopo mese, un danno da capogiro, sia per il mancato utilizzo della struttura, sia per i danneggiamenti arrecati dagli occupanti.

«CONTINUANO AD ARRIVARE LE BOLLETTE»
E pensare che l’hotel era stato appena rimesso a nuovo. I lavori di ristrutturazione erano finiti...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Degrado capitale, la stazione Termini è un  vespasiano a cielo aperto
La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta