cerca

LA STRAGE DI MANCHESTER

Quegli occhi di bambina

Quegli occhi di bambina

Bestie di Satana, ma davvero pensate che Allah il Misericordioso gioisca perché avete massacrato una bambina come questa? Davvero credete che Dio, il vostro Dio, sia fiero di voi per la strage di ragazze a Manchester e vi ricompensi col paradiso per aver strappato alla vita facce delicate e pure come questa? Guardatela, Bestie di Satana, guardatela bene in faccia questa bambina. Si chiamava Saffie Rose, aveva otto anni ed era al concerto con sua madre e sua sorella, che si sono salvate ma vivono lo strazio della sua morte.

Quegli occhi che ti guardano, quegli occhi che ti dicono, quel sorriso che forse non sorride, che racconta l’incanto dell’età e il calore ingenuo della sua anima; ma a vederlo col senno di poi s’intravede in quello sguardo un velo di tristezza, quasi il presagio lieve della morte che verrà. Quella faccia pura e inerme di bambina che si offre col candore del suo collo alla ferocia della vita. Quel viso così tenero che deve sopportare l’atroce peso della morte. Si, la morte è oscena sulle facce dei bambini. Lei era felice di essere andata con la mamma e la sorella a un concerto per i grandi, felice di vivere un’esperienza mitica, tra luci, fumi, musica, balli, un idolo che canta sul palcoscenico, la fantasia che vola, facciamo che io ero la cantante...Poi non avere il tempo di svegliarsi da quel sogno di bambina per ritrovarsi d’improvviso dilaniata e adulta nella terra dei morti.

Chi uccide una bambina uccide tre volte: uccide una persona insostituibile, uccide una famiglia che non saprà mai darsi pace e uccide un pezzo di futuro, ancora fresco di nascita. Chi uccide una bambina ruba una vita povera di passato, che non si consola nemmeno con la dolcezza dei ricordi, che non può rifugiarsi nemmeno nella mezza sazietà di una vita vissuta. Cosa credete di aver fatto, Bestie di Satana? Credete di aver punito i nemici, di aver liberato il mondo, di aver conquistato il cielo sterminando bambine come lei? No, avete solo aumentato l’odio e il male sulla faccia della terra, un odio che crescerà anche verso i vostri cari, si ritorcerà verso altri innocenti, aizzerà altra ferocia. Forse qualcuno di voi, Bestie di Satana, ricorda altri bambini che furono massacrati da altri criminali di guerra, magari pure occidentali. Ma non si estingue un crimine orrendo commettendone un altro, non si vendica un bambino ucciso uccidendo un altro bambino. Non si lava il sangue degli innocenti col sangue di altri innocenti.

Se fossi ateo spererei almeno per una volta che Dio esistesse, e con Lui l’inferno e il paradiso, per veder marcire all’inferno quelle bestie sataniche e per vedere in cielo quel sorriso di bambina che perse la vita ma ne guadagnò un’altra, più vera e meno aleatoria. Facciamo che era solo un gioco, quell’esplosione, e poi la vita riprende, più bella, più lieve.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Maturità, Fedez: Cosa avresti scelto? "Non so, non l'ho fatta"

 Décolleté e micro-bikini Cristina Buccino sirena hot a Formentera
Il topless super sexy di Brittny Ward, la fidanzata del pilota Jenson Button
Nonnino di 80 anni in contromano in autostrada nel Genovese