cerca

IL NINJA CI CREDE

Nainggolan: "Roma senza limiti"

Il belga: sento ancora dolore ma a Genova ci sarò

Nainggolan: "Roma senza limiti"

Nainggolan a segno nel derby

«Niente drammi, stiamo uniti». Radja Nainggolan ha già voltato pagina dopo la sconfitta con l’Atletico e guarda fiducioso ai prossimi impegni: «Siamo concentrati per la partita con il Genoa - ha spiegato a Sky - si è parlato troppo dopo la gara di Madrid: in Champions restiamo in pieno corsa per l’obiettivo, è un grande orgoglio per noi perché all’inizio della fase a gironi nessuno avrebbe scommesso che saremmo stati a questo punto».

Il belga parla da leader, Di Francesco lo ha definito un supereroe dopo il derby vinto: «Ho un ottimo rapporto con tutti, sanno che su di me possono contare e io posso contare su di loro. Cerco di dare il massimo per loro. Sono contento di aver segnato alla Lazio ma ora dobbiamo dimenticare quella gara e pensare al Genoa perché vogliamo vincere tutte le partite». Riparte la corsa al vertice e Nainggolan è pronto a dare il suo contributo: «Sto bene, avevo un problemino ma l’ho risolto. Ovviamente giocandoci sopra ne risento un po’ ma possono contare su di me. Non bisogna pensare a Napoli e Juventus perché abbiamo molte partite difficile da affrontare e poi ci saranno gli scontri diretti. Pensiamo partita per partita e saranno i risultati a decidere dove arriveremo. Lo stadio di proprietà? Sarebbe una cosa bella per tutti, mi auguro che si possa fare. Una società come la Roma ha bisogna di un suo stadio, come giocatore posso solo aspettare e augurarmi che vada tutto per il meglio».

La chiosa è sui Mondiali in Russia, una rassegna alla quale non parteciperà l’Italia: «Sarà strano non vedere gli azzurri, dispiace perché per me è come una seconda casa, avrei fatto il tifo un po’ per l’Italia perché ci sono grandi giocatori e anche miei amici. Spero di andarci io con il Belgio: sarebbe un orgoglio rappresentare il mio Paese ma la scelta non spetta a me».

 

Intanto la squadra continua ad allenarsi in vista del match con Genoa di domenica. Dopo il consueto riscaldamento muscolare, i giocatori si sono esibiti in un torello con esercitazione sul recupero palla, seguito da un’intensa seduta tattica. Buone notizie da Florenzi e Schick: anche oggi hanno svolto l’intero lavoro con il gruppo. Entrambi potranno essere convocati per la trasferta al Ferraris: l’esterno di Vitinia spera di partire dal 1’ al posto di Peres, l’attaccante ceco sarà in panchina ma già dal prossimo match con la Spal potrà aspirare ad entrare nelle rotazioni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello