cerca

CRIPTOVALUTE IN CRISI

Addio sogni di ricchezza, il Bitcoin non tira più

Economia e internet

Addio sogni  di ricchezza, il Bitcoin non tira più

Addio al sogno di diventare miliardari in un giorno con la valuta elettronica. Continua infatti il declino del valore del Bitcoin e di altre monete nate sui circuiti web usando la tecnica del blockchain. Il conio elettronico è scambiata ai minimi degli ultimi cinque mesi. Colpa dell’offensiva delle banche centrali, dall’India al Canada, che hanno fatto perdere alla criptovaluta più famosa del mondo il 5,17% calando a quota 6.640, mentre l’Ethereum ha ceduto il 2,4% a 373 dollari, secondo Coinbase. A pesare le ultime offensive delle banche centrali. La Banca di Montreal ha esteso il bando ai clienti di acquistare criptovalute alle carte di debito Interac, dopo avere proibito nelle scorse settimane le operazioni con Mastercard e carte di credito. Le operazioni in bitcoin sono state bandite anche dalla banca centrale indiana, che ha vietato agli istituti di credito del paese di operare con investitori e affini che scambiano criptovalute. Infine tra gli ultimi sviluppi l’annuncio della Corea del Sud (dapprima sul piede di guerra poi su posizioni di apertura) di tassare i ricavi sulle transazioni in moneta virtuale. Il tutto mentre un recente studio svizzero sottolinea come il bitcoin resti sopravvalutato e destinato a crollare entro la fine dell’anno. Accusati di essere una meteora dalla maggioranza degli analisti, le criptovalute con la loro ascesa hanno caratterizzato la fine del 2017, quando il bitcoin ha raggiunto i 20mila dollari innescando i timori di un’imminente bolla speculativa.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro

Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda
Raikkonen spezza una gamba al meccanico della Ferrari