cerca

SOLDI BOLLENTI

La paura gonfia i conti in banca

Gli italiani non si fidano più della ripresa. Politica, finanza e guerre: in autunno i nostri risparmi tornano a rischio

La paura gonfia i conti in banca

Forse negli ultimi mesi qualcosa è cambiato. La ripresina ha iniziato a farsi sentire e i consumi si sono rimessi in movimento. L’estate sarà probabilmente foriera di una revisione al rialzo del Prodotto interno lordo. Ma a parte la fiammata di ottimismo dopo dieci anni esatti di crisi (il 9 agosto del 2007 con il congelamento dei fondi di Bnp Paribas segna l’inizio il crollo dei mercati e la recessione) le famiglie continuano a essere caute. Soprattutto sugli investimenti a lungo termine ad esempio sull’immobiliare. Stesso ragionamento da parte delle aziende non ancora convinte dai dati a intensificare le spese per aumentare la capacità produttiva.

Risultato: le aziende non investono e le famiglie non spendono preferendo accumulare. Così in banca aumentano le riserve, cresciute in un anno di oltre 50 miliardi di euro. L'aumento è di 26 miliardi nei salvadanai delle famiglie, mentre sono cresciuti di oltre 21 miliardi i fondi delle imprese. Questi sono i dati principali che emergono dalle ricerca del Centro studi di Unimpresa sull’andamento delle riserve dei nuclei familiari e del sistema produttivo italiano. In totale, negli ultimi 12 mesi nei conti correnti sono stati accumulati...

SE VUOI CONTINUARE A LEGGERE CLICCA QUI

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino

A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello
Ostia, giornalista aggredito da Roberto Spada
Matteo Salvini a Il Tempo: "Il campo di via Salone va eliminato"