cerca

Ludovica Cedrati Mara Venier, la "signora della Domenica", ...

Nonostante tutto ciò, l'artista è stata assente dai palinsesti Rai negli ultimi anni, non si sa bene per quali misteriosi motivi.
Signora Venier, come ha potuto conciliare la sua professione con la vita privata?
«Io sono diventata mamma per la prima volta a 17 anni e non è stato certo facile. In quel periodo mi sono dedicata esclusivamente alla famiglia. Poi quando ho iniziato a lavorare era ancora più difficile conciliare la vita familiare con quella artistica. Ho sempre cercato di dare la priorità ai figli ma non sempre ci sono riuscita completamente. Quando leggo sui giornali che alcune mie colleghe riescono a conciliare famiglia e lavoro, sorrido perché è davvero problematico».
Come è arrivata al grande successo?
«Casualmente. Mi trovavo a Montecarlo ed ho letto sul "Corriere della Sera" che la Rai stava scegliendo le protagoniste di "Domenica in" da affinacare a Luca Giurato. Il direttore di Raiuno dell'epoca, Carlo Fustagni mi assegnò un ruolo nel programma. Io piacqui molto al pubblico e poco per volta diventai protagonista della trasmissione. È stato un grande successo, non solo mio ma di tutto il gruppo di lavoro, noi eravamo una grande famiglia e questa è stata la forza del programma».
Lei è stata legata a Jerry Calà e per quasi dodici anni a Renzo Arbore, da chi ha imparato di più?
«Jerry Calà quasi non me lo ricordo più… comunque non mi ha lasciato nessun segno. Al contrario Renzo Arbore mi ha insegnato tutto, senza di lui non sarei mai diventata Mara Venier. Mi ha insegnato ad esibirmi con naturalezza e ad essere simpatica davanti a una telecamera».
Lei è sposata da poco con l'imprenditore Nicola Carraro, com'è la sua vita di oggi con suo marito?
«La mia vita accanto a Nicola è molto serena, ho sposato un vero signore, un gentleman d'altri tempi. Accanto a lui sono veramente felice. Viviamo tra Roma e Milano e tre o quattro volte l'anno andiamo a Turks and Caicos nei Carabi e passiamo dei periodi di relax meravigliosi».
Attualmente lei è ospite del programma «L'isola dei famosi», cosa ne pensa?
«Ho sempre seguito il reality "L'isola dei famosi" con passione e mi sono sempre divertita molto. Quando Simona Ventura, che è una mia grande amica, mi ha proposto di diventare opinionista del programma, insieme a Luca Giurato, mio collega di lavoro ed amico, ho accettato con grande entusiasmo. Sto avendo un grande riscontro dal pubblico e grandi soddisfazioni. Molti blog parlano di me in maniera positiva e dimostrano che la mia popolarità è intatta. Mi fa molto piacere che il mio pubblico non mi abbia abbandonato e mi ami sempre».
Signora Venier, nei palinsesti della Rai sia dell'anno scorso che di quest'anno lei non è presente, qual è la ragione?
«Probabilmente non c'è un programma giusto per me. Io partecipo esclusivamente a trasmissioni televisive che mi piacciono e mi divertono e sino ad oggi nessuno mi ha proposto nulla di interessante. Io non ho nessuna frustrazione a non apparire in video e dico di più, stare per un certo periodo lontano dalla televisione fa bene, è assolutamente positivo, la gente non si stanca e non ci si inflaziona con una continua presenza. Spero che prima o poi la Rai si ricordi di me. Sono convinta che presto ritornerà in video la Mara Venier di sempre».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni