cerca

GRAN PREMIO DELLE AMERICHE

MotoGP, ad Austin vince Marquez. Valentino in testa al Mondiale

MotoGP, ad Austin vince Marquez. Valentino in testa al Mondiale

Marc Marquez e gli Stati Uniti: l'idillio continua. Il pilota della Honda fa cinque su cinque ad Austin dominando il Gran Premio delle Americhe e centrando il primo successo stagionale, che lo rilancia anche in termini di classifica dopo la caduta in Argentina. Ottimo secondo posto per Valentino Rossi, che sale sul podio su una pista in cui non ha mai ottenuto grandi risultati ottenendo 20 punti che gli consentono di balzare in testa al mondiale, complice la scivolata in avvio di gara di Maverick Vinales, il vero sconfitto di giornata. Gara anonima invece per le Ducati, con Andrea Dovizioso sesto e Jorge Lorenzo, ancora in difficoltà nonostante un'ottima partenza, nono.

Il campione in carica
"E' stata una gara piuttosto difficile, può esser sembrata facile dall'esterno ma non è stato così", ha ammesso il campione del mondo in carica, a lungo dietro a Dani Pedrosa (che chiuderà terzo) per poi prendere il largo da metà gara in avanti. "Ho cercato di mantenere la calma all'inizio, ho scelto la gomma anteriore dura - ha raccontato Marquez - Poi la gomma ha iniziato a funzionare, ho mantenuto la testa e quando ho aperto un gap di 3-4 secondi ho iniziato a gestirlo. Dopo l'Argentina sembravo molto lontano (in classifica, ndr) ma il campionato è molto lungo, dobbiamo essere pazienti".

Bene Valentino
Se possibile ancora più soddisfatto Valentino Rossi che, dopo la bagarre iniziale con Zarco, ha superato Pedrosa nelle battute finali raccogliendo il secondo posto dietro all'imprendibile Marquez. "Sono contento, siamo in vetta alla classifica, abbiamo molti punti e questo è il mio miglior risultato ad Austin", ha sottolineato il pilota della Yamaha, ora in testa al mondiale con 6 punti di vantaggio su Vinales. "E' stata una gara molto difficile però sono riuscito a stare vicino alle Honda, in certi momenti perdevo qualcosa ma sono riuscito a restare lì - ha evidenziato - Dopo ho visto che Marquez ne aveva un po' di più infatti è andato via, ma sapevo che Dani aveva la mia stessa gomma anteriore e poteva essere al limite. Sono riuscito a superarlo e a spingere qualche giro".

Ora si torna in Europa
Terzo ma comunque soddisfatto Dani Pedrosa, in crescita - come la sua Honda - e in battaglia con Marquez fino a metà gara. "Sono molto contento quest'oggi, ho fatto una bella partenza e sono felice di come ho guidato - ha raccontato lo spagnolo - Solo verso la fine quando ero secondo ho cercato di mantenere la posizione, la gomma sul lato destro davanti era completamente andata e ho cercato di salvare la gara. Ero già caduto nell'ultima gara e volevo salire sul podio. Siamo cresciuti parecchio, speriamo di andar forte nelle prossime gare". A cominciare dal prossimo appuntamento di Jerez, in casa degli spagnoli, nella prima corsa stagionale in Europa.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni